torna su
11/12/2019
11/12/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Sotto le stelle dell’Austria, la 5a edizione al via

Dal 27 giugno al 12 luglio, il programma della rassegna dedicata al cinema austriaco. S’inizia con un lungometraggio su Egon Schiele

Avatar
di Chiara Laganà | 2017-06-27 27/06/2017 ore 16:21

Una scena del film di apertura Egon Schiele: Tod und Machen

Sotto le stelle dell’Austria torna oggi per la sua settima edizione: la rassegna dei migliori film austriaci è in programma dal 27 giugno al 12 luglio negli splendidi giardini del Forum Austriaco di Cultura di Roma (Viale Bruno Buozzi 113), come sempre a ingresso gratuito.

Il programma della quinta edizione è all’insegna della trasgressione, già dal suo primo film dedicato a Egon Schiele: Egon Schiele: Tod und Mädchen (Egon Schiele: la Morte e la Fanciulla), un biopic su uno degli artisti più controversi del Novecento sarà introdotto dal regista, Dieter Berner, e dalla sceneggiatrice, Hilde Berger. Berner e Berger hanno raccontato hanno saputo raccontare come pochi altri luci e ombre della carriera e della vita di Schiele.

In programmazione anche un film del trasgressivo Ulrich Seidl, lo scioccante Safari (martedì 4 luglio), documentario sugli europei che cercano emozioni forti in Africa praticando la caccia grossa. Safari era stato presentato a Venezia 73.

Il film di chiusura, invece, è dedicato allo scrittore Stefan Zweig, con lo splendido Vor der Morgenröte (mercoledì 12 luglio), candidato all’Oscar per l’Austria. Zweig è uno scrittore di grande successo internazionale, ma a lui è legata tutta la storia del ventesimo secolo. L’11 luglio spazio alla commedia grottesca Die Nacht der 1000 Stunden, di Virgil Widrich. La trasgressione è al centro di Siebzehn (Diciassette anni, mercoledì 28 giugno), opera prima di Monja Art incentrata sulle scoperte sessuali di un gruppo di ragazze della provincia austriaca, accolta con scalpore e premiata con il Max Ophüls Award. E anche negli intrecci Liebe möglicherweise (mercoledì 5 luglio), in cui la prima vittima dell’amore è la sicurezza borghese.

PROGRAMMA COMPLETO

MARTEDÌ 27 GIUGNO, ore 20.30
EGON SCHIELE: TOD UND MÄDCHEN
(2016, Egon Schiele: La morte e la fanciulla, durata: 110’) di Dieter Berner
con Noah Saavedra, Maresi Riegner, Valerie Pachner
All’inizio del ‘900, Egon Schiele è uno degli artisti più innovativi e provocatori di Vienna. Diviso tra la sorella Gerti e l’amore per Wally, affronterà il carcere per i suoi dipinti considerati scandalosi. Vincitore di 4 premi Romy, gli Oscar austriaci.
Presentano il film il regista Dieter Berner e la sceneggiatrice Hilde Berger.

MERCOLEDÌ 28 GIUGNO, ORE 21.00
SIEBZEHN
(2017, Diciassette anni, durata: 109’) di Monja Art
con Elisabeth Wabitsch, Anaelle Dézsy, Alexandra Schmidt
In un piccolo paese austriaco, Paula non riesce a dichiarare il proprio amore a una compagna di classe, Charlotte. Al tempo stesso, Paula è attratta da Lilly. Un racconto dedicato all’adolescenza a metà strada fra la tenerezza e la trasgressione, un’indagine psicologica e la scoperta sessuale.

MARTEDÌ 4 LUGLIO, ORE 21.00
SAFARI
(2016, durata: 91’) di Ulrich Seidl
documentario
Nel film che ha sconvolto l’ultima Mostra di Venezia, Ulrich Seidl parla di un gruppo di appassionati di caccia grossa in Africa. Il regista mostra senza censure un mondo di violenza che i protagonisti riescono a integrare senza problemi nella routine di un hobby.

MERCOLEDÌ 5 LUGLIO, ORE 21.00
LIEBE MÖGLICHERWEISE
(2016, L’amore, possibilmente, durata: 86’) di Michael Kreihsl
con Devid Striesow, Silke Bodenbender, Otto Schenk
Il fotografo Roland e la sua compagna, Leila, incontrano un vecchio amico di lui, Michael. Kreihsl firma un ritratto di solitudini urbane intenso e partecipe, in cui la ricerca di un contatto duraturo e realmente profondo resta una chimera.

MARTEDÌ 11 LUGLIO, ORE 21.00
DIE NACHT DER 1000 STUNDEN
(2016, La notte delle mille ore, durata: 92’) di Virgil Widrich
con Laurence Rupp, Amira Casar, Johann Adam Oest
I membri della dinastia Ullich si riuniscono per discutere il destino dell’attività di famiglia, ma proprio in quell’occasione la matriarca Erika muore. Nel corso di una lunga notte, però, sia Erika che tutti gli antenati scomparsi fanno ritorno dall’aldilà, portano con loro uno sconvolgente segreto.

MERCOLEDÌ 12 LUGLIO, ORE 21.00
VOR DER MORGENRÖTE
(2016, Prima dell’alba, durata: 106’) di Maria Schrader
con Josef Hader, Barbara Sukowa, Aenne Schwarz
Nel 1936 lo scrittore austriaco Stefan Zweig, all’apice del successo, decide di lasciare definitivamente l’Europa. Impersonato alla perfezione da Josef Hader, Zweig rivive nel film di Maria Schrader.

Forum Austriaco di Cultura di Roma
Viale Bruno Buozzi, 113
Info: Tel.: (+39) 06 3608261, Fax: (+39) 06 3224296

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014