torna su
24/03/2019
24/03/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Show Dogs, Giampaolo Morelli e un cast stellare di voci dal 10 maggio al cinema

Ventisei talent diretti in sala sotto la guida del direttore al doppiaggio Massimiliano Alto, l’incasso della première e dei cachet è stato devoluto in beneficienza all’OIPA

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-05-7 7/05/2018 ore 18:51

Max, il rottweiler protagonista di Show Dogs, ha la voce di Giampaolo Morelli. Il film sarà in sala il 10 maggio

Show Dogs – Entriamo In Scena sarà in sala il prossimo 10 maggio e può contare su un cast di 26 voci di personaggi famosi a doppiare i cani e gli altri animali protagonisti. A guidare il ricchissimo cast di voci c’è Giampaolo Morelli, l’attore napoletano presta la sua voce a Max, un rottweiler in forza alla polizia di New York che insieme un “umano” indaga su un caso di traffico di animali rari. Il film esce prima in Italia, distribuito da Eagle Pictures, e sarà in sala negli USA.

Show Dogs – Entriamo In Scena può contare sulle voci italiane di: Cristiano Malgioglio, Barbara D’Urso, Marco Bocci, Ale e Franz, Claudio Amendola, Michela Andreozzi, Benji e Fede, Giulio Berruti, Rossella Brescia, Fabio Canino, Carlo Conti, Carolina Crescentini, Giacomo Ferrara, Chiara Francini, Nino Frassica, Lino Guanciale, Massimo Lopez, Valeria Marini, Marco Masini, Rocío Muñoz Morales, Lucia Ocone, Giorgio Panariello e Francesco Pannofino. 

Tutte le voci dei talent sono state dirette in sala doppiaggio da Massimiliano Alto, il direttore al doppiaggio di film, cartoni animati, film d’animazione e serie TV, fra i titoli: Ranma 1/2, The Good Wife, Jane The Virgin, Inuyasha, la saga di Madagascar e Baby Driver – Il genio della truffa. Alto ha anche prestato la sua voce a personaggi di culto come Aladdin e moltissimi altri ancora e ha parlato di com’è stato dirigere così tanti talent per dare voce a Show Dogs:

“Far doppiare 26 talent è stata un’impresa incredibile, avevo già avuto esperienza con talent, ma non erano mai stati così tanti. Ci sono state difficoltà tecniche, ma la sorpresa è stato proprio Giampaolo Morelli, il protagonista.Tutti hanno dimostrato dedizione e professionalità uniche nei tre turni al giorno al doppiaggio. Tutti sono state delle sorprese”.

Show Dogs uscirà prima in Italia che negli USA per ragioni di botteghino, come ha spiegato Roberto Proia di Eagle Pictures è per evitare di uscire in contemporanea con il secondo capitolo di Deadpool, presentato nell’ultimo weekend a Roma. Proia ha spiegato che dagli USA gli hanno dato il permesso al costo di non usare la versione originale del film.

La versione originale del film che può contare sulle voci del rapper Ludacris (Max), Alan Cumming (Dante), Stanley Tucci (Felipe), Shaquille O’Neal (Karma) è servita ai 26 talent per prepararsi in sala doppiaggio, a Proia il compito di raccontare alcuni aneddoti:

“In un primo momento, gli americani ci avevano chiesto una voce più ‘maschile’ per il personaggio di Felipe, doppiato nel film da Cristiano Malgioglio. Quando gli ho chiesto d farlo più maschile mi ha risposto: fallo doppiare ad Amanda Lear. E poi ha cantato la canzone che sentite nel film, improvvisandola nella sala del doppiaggio”.

Giampaolo Morelli doppia, invece, il personaggio principale Max, un rottweiler cane-poliziotto che ricorda nella voce e nello stile Bonetti, il cane protagonista di Tequila & Bonetti, una serie TV anni 90 che veniva doppiato da Ferruccio Amendola:

“Doppiare è sempre un’esperienza particolare per un attore, il limite è che usi solo gli occhi e non ci sono le emozioni delle telecamere, questo limite è però uno stimolo e comunichi con la tua voce. Massimiliano Alto ci ha aiutato con la sensibilità e la pazienza, quando dalla cabina diceva ‘non è arrivata’, e hai un momento di abbattimento e pensi che non sei fatto per questo e poi lui ti guida. Il doppiaggio è una sfida, è un altro lavoro, e poi devo dire dare voce a un essere vivente, avevo già lavorato a Raparunzel, dove avevo dato la voce a Flynn, ma penso che sia stato di Roberto l’idea di usare il mio napoletano mi è sembrato un’occasione unica anche di divertimento”.

Far combaciare le esigenze di 26 talent è stato difficile, Roberto Proia ha spiegato alcune esigenze del ricco cast: 

“Volevamo lavorare con persone carine e di talento, e poi si è sparsa la voce e chiamavamo anche noi i talent, come Chiara Francini… anche perché era tutto in beneficienza. Gli impegni lavorativi di Barbara D’Urso non potevano coincidere con i turni in sala doppiaggio, per questo l’abbiamo fatta doppiare in uno studio accanto a Mediaset. Moltissime delle voci italiane erano presenti all’anteprima romana del film, i cui incassi sono andati tutti in beneficienze per l’OIPA. Giulio Berruti è anche venuto accompagnato di un cane, un husky, che ha adottato qualche tempo fa”.

Giulio Berruti doppia Dante, uno Yorkshire che è il pluricampione del mondo:

“Tutti gli animali che abbiamo portato ieri alla prima erano in adozione. C’è una differenza fra fare l’attore e fare il doppiatore: ti porta all’origine del lavoro. Ho chiesto ad Alto di prendere anche parte ai Simpson, di cui è direttore al doppiaggio.

Dopo il sì di Carlo Conti e Giorgio Panariello, Proia ha avuto l’idea geniale di trasformare tre rottweiler nel film in tre fratelli di Campi Bisenzio con le voci rispettivamente di Conti, Panariello e Marco Masini. Il protagonista resta però un altro rottweiler, Max, doppiato da Giampaolo Morelli:

“La difficoltà è quella di trovare una tua caratterizzazione, perché tu vai a lavorare su una voce di un americano che ha un suo slang, ha il suo modo e quindi insieme a Max, abbiamo cercato la strada di dargli una sua napoletanità di cane fico, ci sono delle battute tipicamente napoletane. Si cerca di caratterizzare in base alla propria personalità”.

L’attore ha ammesso di avere un buon rapporto con i cani, pur non avendone mai avuto uno:

“Non li abbandonerei mai, ho due figli piccoli, ma non ho mai avuto cani. I gatti mi stano antipatici, ma non comperò ancora dei cani ai miei due figli e in ogni modo provo molta tristezza per i cani in appartamento, è un’idea che mi fa soffrire”.

Show Dogs – Entriamo in scena è stato anche doppiato da alcuni attori animalisti ed è lanciato in collaborazione con L’Arca di Noè, la rubrica del TG5 dedicata agli animali, ma nessuno l’ha fatto “per emergere”, come ha chiarito Proia.

Show Dogs – Entriamo in scena è un film divertente, il lavoro dei doppiatori è ottimo e fa sorridere il pubblico, probabilmente è diretto a un pubblico più giovanile e di amanti dei cani. A Eagle Pictures il merito di aver messo insieme un’ottima squadra di voci, vi aspetta dal 10 maggio al cinema. 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
709 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014