torna su
20/09/2019
20/09/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Suburra 2, 100 le location per le riprese della nuova stagione della serie TV

Da Tor Vergata a Palazzo Spada, da Fiumicino a Piramide e via della Conciliazione. Nel cast: Alessandro Borghi, Claudia Gerini ed Eduardo Valdarnini

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-07-16 16/07/2018 ore 18:03

Alessandro Borghi riprende il ruolo di Aureliano nella seconda stagione di Suburra

Proseguono le riprese della seconda stagione di Suburra, iniziate lo scorso aprile, la serie TV originale di Netflix girata e ambientata a Roma. Le riprese continueranno fino al 3 agosto e sono previste in cento location diverse. 

Il regista Andrea Molaioli, come afferma l’Ansa, si trova oggi nella zona di Tor Vergata, e più precisamente sotto la Vela di Santiago Calatrava. La serie TV, la prima originale in italiano di Netflix (la seconda è ispirata alle baby squillo dei Parioli, Baby, ndr) è ispirata al. Libro di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini e segue la prima fortunata stagione che a sua volta è stata realizzata dopo l’omonimo film diretto da Sebastiano Solimma. 

A farla da protagonista in Suburra, sono sempre la corruzione: Chiesa, politica e criminalità si scontrano in una lotta senza fine per controllare la città e il suo litorale. Suburra è infatti girata fra Roma e Ostia. 

Il cast continua a essere formato dai volti già presenti nella prima stagione: Alessandro Borghi riprende il ruolo di Aureliano, Giacomo Ferrara quello di Spadino, Eduardo Valdarnini quello di Lele e Claudia Gerini quello di Sara Monaschi. Anche Filippo Nigro riprende il suo ruolo di Amedeo Cinaglia e Francesco Acquaroli quello del boss Samurai. 

La seconda stagione di Suburra è stata scritta da Barbara Petronio, autrice della sceneggiatura di Indivisibili, in collaborazione con Ezio Abbate, autore anche della prima stagione e di altre fiction TV, e Fabrizio Bettelli, anche lui un noto autore TV. La regia è affidata ad Andrea Molaioli, regista di SLAM tutto per una ragazza e La ragazza del lago, e a Piero Messina, regista de L’attesa. Fra le cento location romane scelte come set per Suburra anche Palazzo Spada, Montecitorio, Piramide, Fiumicino e via della Conciliazione.

La storia riprende tre mesi dopo la fine della prima serie TV, fra i due turni elettorali per la scelta del sindaco di Roma nel 2008. Gli otto episodi, che saranno disponibili nel 2019, sono stati diretti da Andrea Molaioli e Piero Messina. Le riprese della seconda stagione sono iniziate lo scorso aprile e sono alla 21esima su ventiquattro totali. L’ultimo ciak della seconda stagione di Suburra sarà dato il prossimo 3 agosto. 

“L’ambientazione romana è molto forte ma allo stesso tempo il racconto è universale, facilmente riconoscibile a qualsiasi latitudine”, ha raccontato a Repubblica il regista Andrea Molaioli. Suburra – La serie è prodotta da Netflix e Cattleya, in collaborazione con Rai.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014