torna su
17/11/2019
17/11/2019

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Emmy 2018, 5 statuette per The Marvelous Mrs Meisel, Game of Thrones vince nei drama

Bene The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story nelle miniserie, due Emmy per The Americans, Barry e Godless. Premi equamente divisi fra Netflix, Amazon Prime e i network

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-09-18 18/09/2018 ore 10:31

Il cast di Game of Thrones riceve l'Emmy per la migliore serie TV drammatica

La 70esima edizione degli Emmy, i premi della TV americana, hanno visto il trionfo di The Marvelous Mrs Meisel, la sitcom di Amazon Prime di Amy Sherman Palladino con ben 5 statuette nella categoria comedy divise con Barry. Nella categoria drama, due statuette a testa per Game of Thrones e The Americans. 

Se si fa il conteggio dei premi anche tecnici, Game of Thrones sale a 9 e porta a otto le vittorie di The Marvelous Mrs Meisel, ma siamo qui a commentare la cerimonia di ieri notte (trasmessa in diretta su Rai 4 che ha celebrato così molte delle sue serie TV), un altro dei trionfatori della serata è la stata la miniserie The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story che ha portato tre statuette (miglior miniserie, miglior attore protagonista e miglior regia), alla miniserie di Netflix Godless sono andati, invece, gli altri due premi per gli attori.

Due Emmy sono stati anche il bottino di numerosi altri titoli: The Americans, la serie dedicata alla coppia di spie giunta al suo canto del cigno (trasmessa sul cable FX) che ha premiato Matthew Rhys e la scrittura del suo episodio finale Start; Barry, la sitcom HBO scritta e interpretata da Bill Hader (premiato per la migliore interpretazione comica) e a Henry Winkler, indimenticabile Fonzie di Happy Days, premiato come miglior attore non protagonista; The Crown, premiata per la sua splendida Claire Foy e per la regia dell’episodio Pater Familias e per Godless che ha premiato i suoi attori non protagonisti Jeff Daniels e Merritt Webster. 

Fra gli attori drammatici, ben quattro le serie TV premiate: Matthew Rhys ha portato a casa la (meritatissima) statuetta per il suo ruolo di Philip Jennings; Peter Dinklage ha vinto il suo secondo Emmy per Game of Thrones; Thandie Newton ha vinto come attrice non protagonista per Westworld e Claire Foy ha vinto per il suo ritratto della regina Elisabetta in The Crown, dedicando il premio alla nuova generazione di attori e alla sua co-star Matt Smith.

Nella categoria comica, dominio di The Marvelous Mrs Meisel nelle attrici (Rachel Brosnahan e Alex Bornstein), mentre i due premi maschili sono andati al duo di Barry: Bill Hader ed Henry Winkler. Fra i titoli snobbati: Atlanta e The Handmaid’s Tale.

La cerimonia condotta dal duo di comici di SNL, Michael Che e Colin Jost, ha avuto picchi divertenti, soprattutto quando i due sono stati aiutati dai colleghi Maya Rudolph e Fred Armisen.

Fra un ricordo del passato con la 96enne Betty White a ricordarsi com’era la cerimonia 70 anni fa e la proposta di nozze di Glenn Weiss, premiato per il miglior programma di varietà con la Notte degli Oscar, ha chiesto la mano alla sua Jan Svendsen che ha detto sì in mondovisione. Gli Emmy sono anche questo…

Tutti i premiati

Miglior serie TV drammatica

Game of Thrones (Il trono di Spade)

Miglior attore in una serie TV drammatica

Matthew Rhys, The Americans 

Miglior attrice in una serie TV drammatica

Claire Foy, The Crown 

Miglior attore non protagonista in una serie TV drammatica

Peter Dinklage, Game of Thrones (Il Trono di Spade)

Miglior attrice non protagonista in una serie TV drammatica

Thandie Newton, Westworld

Miglior sceneggiatura di una serie TV drammatica

Start – The Americans scritta da Joe Fields e Joe Weisberg

Miglior regia di una serie TV drammatica

PaterfamiliasThe Crown diretta da Stephen Daldry

Miglior serie TV comica

The Marvelous Mrs Meisel

Miglior attrice in una serie TV comica

Rachel Brosnahan, The Marvelous Mrs Meisel 

Miglior attore in una serie TV comica

Bill Hader, Barry

Miglior attore non protagonista in una serie TV comica

Henry Winkler, Barry

Miglior attrice non protagonista in una serie TV comica

Alex Borstein, The Marvelous Mrs Meisel 

Miglior sceneggiatura di una serie TV comica

Pilot – The Marvelous Mrs Meisel scritta da Amy Sherman Palladino

Miglior regia di una serie TV comica

Pilot – The Marvelous Mrs Meisel scritta da Amy Sherman Palladino

Miglior miniserie o limited serie

The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story

Miglior attrice in una miniserie o limited serie

Regina King, Seven Seconds

Miglior attore in una miniserie o limited serie

Darren Criss, The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o limited serie

Merritt Wever, Godless

Miglior attore non protagonista in una miniserie o limited serie

Jeff Daniels, Godless

Miglior sceneggiatura per una miniserie o limited serie

USS Callister – Black Mirror scritta da William Bridges e Charlie Brooker

Miglior regia per una miniserie o limited serie

The Man Who Would Be Vogue –  The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story, Ryan Murphy

Miglior reality show o talent show

Ru Paul’s Drag Race

Miglior variety sketch series

Saturday Night Live

Miglior scrittura in un variety special

John Mulaney per Kid Special

Miglior variety talk series

Last Week Tonight

https://www.youtube.com/watch?v=qVZtQO4Sypc

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014