torna su
16/07/2019
16/07/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Morto Ennio Fantastichini, addio al grandissimo attore

Aveva 63 anni, stroncato dalle complicazioni della leucemia. Aveva recitato al cinema, in TV e al teatro

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-12-3 2/12/2018 ore 6:00
(ultimo aggiornamento il 3 Dicembre 2018 alle ore 8:50)

Ennio Fantastichini è morto, l'attore aveva 63 anni. Eccolo in uno degli ultimi ruoli Giuseppe De André in Fabrizio De André - Principe libero

È morto Ennio Fantastichini, addio al grandissimo attore italiano stroncato dalle complicazioni della leucemia a 63 anni. Volto amatissimo in TV, cinema e teatro, per i suoi ruoli e il suo fisico l’attore era considerato un “burbero”.

Nato in provincia di Velletri, a Gallese, a 15 anni da Fiuggi si trasferì a Roma per iscriversi all’Accademia nazionale d’arte drammatica. Nel 1982 l’esordio con il film Fuori dal giorno, nel 1985 prende parte al sequel de I soliti ignoti accanto a Marcello Mastroianni. Interpreta per TV Enrico Fermi ne I ragazzi di via Panisperna diretto da Gianni Amelio. Amelio lo dirige poi in Porte aperte nel 1989 e per questo ruolo inizia a ottenere i primi premi.

Il film che lo lancia è Ferie d’agosto di Paolo Virzì, dove recita accanto a Sabrina Ferilli e per il quale ottiene una nomination ai David di Donatello. Negli stessi anni recita ne la Piovra, dove interpreta il ruolo di Saverio Bronte. L’attore si è sempre diviso fra cinema e TV prendendo parte anche alla miniserie di TV Sacco e Vanzetti, dove riprese il ruolo del suo maestro Gianmaria Volonté. 

Nel 2007 è uno dei protagonisti di Saturno Contro di Ferzan Ozpetek, il ruolo nel film diede il via a una ricca collaborazione fra l’attore e il regista: Fantastichini ha poi recitato in Mine vaganti, per il quale vinse il David di Donatello come miglior attore non protagonista. 

Negli ultimi anni è stato diretto da Laura Morante nel suo esordio Ciliegine, Ti ricordi di me? diretto da Rolando Ravello, è stato uno dei protagonisti di La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu, Una famiglia di Sebastiano Riso ed è stato il padre di De André in Fabrizio De André: Pricipe libero. L’ultimo suo ruolo al cinema è nel film Cittadini del mondo di Gianni Di Gregorio. 

Per l’attore anche molto teatro, l’ultimo suo ruolo fu quello di Re Lear a Teatro Argentina di Roma diretto da Giorgio Barbiero Corsetti. Sarà il suo ultimo grande ruolo sul palcoscenico. Colpito da una leucemia acuta, Fantastichini è morto per le complicanze della malattia. 

L’attore sarà ricordato nella giornata di lunedì con la camera ardente alle 15 alla Casa del Cinema.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
744 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014