Bici nel Tevere, Raggi vede ragazzi: faranno campagne sociali

Accompagnati dai genitori, i due protagonisti dell'episodio, un 21enne e una 24enne, ammettendo le proprie responsabilità, si sono resi disponibili ad essere coinvolti ed affiancare l'azienda in future campagne di sensibilizzazione sul corretto utilizzo delle bici.

La sindaca Virginia Raggi ha incontrato in Campidoglio i due ragazzi che la notte del 29 giugno scorso hanno vandalizzato e gettato nel Tevere una bicicletta del servizio oBike. Presente anche Andrea Crociani, general manager di oBike Italia.

“Accompagnati dai genitori, i due protagonisti dell’episodio, un 21enne e una 24enne, ammettendo le proprie responsabilità, si sono resi disponibili ad essere coinvolti ed affiancare l’azienda in future campagne di sensibilizzazione sul corretto utilizzo delle bici.

L’obiettivo è mettere in campo azioni per prevenire nuovi atti di inciviltà”, spiega il Campidoglio.

“E’ un episodio che deve farci comprendere che da un errore si può costruire qualcosa di positivo. I due autori del gesto, che ha avuto un forte impatto mediatico, hanno chiesto scusa e si impegneranno a collaborare per sostenere questo importante servizio di bike-sharing, che rientra pienamente nei nostri programmi di sviluppo della mobilità sostenibile. E’ necessario un cambiamento culturale, creando una nuova coscienza civica e stabilendo il principio che le cose di tutti sono cose di ciascuno di noi. Bisogna rispettare le regole e il bene comune.
Dobbiamo prenderci cura della nostra città, perché ognuno di noi può contribuire a farla più bella”, dichiara la sindaca Virginia Raggi.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna