Cadavere di un uomo su una banchina del Tevere: morto da almeno 10 giorni

L'ipotesi è che si tratti di un senza fissa dimora che dormiva in un giaciglio di fortuna

Il cadavere di un uomo, vestito e ricoperto di foglie, è stato ritrovato ieri sulla banchina del Tevere a Testaccio, all’altezza di largo G.B.Marzi. Dovrebbe essere morto da almeno 10-15 giorni.

Il cadavere sarebbe di un uomo dall’età apparente 40 anni, non identificato perché senza documenti. Da un primo esame del medico legale, sembrerebbe non presentare segni evidenti di violenza, anche perché la decomposizione é avanzata.

L’ipotesi è che si tratti di un senza fissa dimora che dormiva in un giaciglio di fortuna sulla banchina alberata. E’ stata disposta l’autopsia. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna