Capodanno blindato: attesi in 40mila al Circo massimo

Varchi per accesso al concerto. Stop a botti ma non a spray al peperoncino, sorvegliato speciale da nord a sud dopo i fatti di Corinaldo

Botti, misure anti-terrorismo e quest’anno, dopo quanto accaduto nella discoteca di Corinaldo, spray al peperoncino sorvegliato speciale per il Capodanno. In tutte le grandi città, e non solo, sono state predisposte ordinanze per prevenire incidenti e far sì che i festeggiamenti si svolgano in sicurezza.

In controtendenza Roma, dove tra le misure per il Capodanno sicuro non ci sarà il divieto per le bombolette che “le donne utilizzano per difendersi e hanno consentito a tante ragazze di salvarsi”, ha osservato la sindaca Virginia Raggi nel motivare la decisione.

Ha invece firmato l’ordinanza che vieta l’utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici in occasione dei festeggiamenti di fine anno. Il provvedimento prevede il divieto assoluto di usare materiale esplodente come fuochi artificiali, razzi e giochi pirotecnici: sarà in vigore dalle 00.01 del 31 dicembre 2018 alle 24.00 dell’1 gennaio 2019, su tutto il territorio di Roma Capitale. Sono escluse dal divieto bengala, fontane, bacchette scintillanti, trottole e girandole luminose.

Il prefetto della Capitale ha firmato invece un’ordinanza anti-vetro nella zona del Circo Massimo che il 31 dicembre sarà teatro dell’avvio dei festeggiamenti e dove è previsto l’arrivo di circa 40mila persone: la zona circostante sarà delimitata da transenne e saranno istituiti 5 varchi per l’accesso, preceduto da controlli di sicurezza. In campo tra 31 dicembre e primo gennaio 800 agenti della polizia locale che hanno dato la disponibilità a lavorare.

Da nord a sud, ci sono stati già dai giorni scorsi sequestri di botti illegali da parte delle forze dell’ordine.

E ovunque resta alta l’attenzione anti-terrorismo, specie dopo l’attentato compiuto a Strasburgo l’11 dicembre in una zona in cui era allestito un mercatino di Natale: controlli con posti di blocco fissi, pattuglie delle forze dell’ordine e uomini dell’esercito.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna