Eur spa e Credito sportivo alleati per la cultura

Obiettivo, la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico a uso sportivo o destinato ad attività culturali

Eur Spa e l’Istituto per il Credito Sportivo, banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello Sport e della Cultura, hanno siglato oggi un importante accordo per la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico a uso sportivo o destinato ad attività culturali.

La Convenzione, si legge in una nota, ha una durata triennale e prevede, tra l’altro, lo stanziamento da parte del Credito Sportivo di un primo importante plafond che sarà ulteriormente incrementato, finalizzato alla concessione di mutui a favore della Eur Spa per la riqualificazione di infrastrutture e aree destinate ad uso sportivo e degli immobili storici vincolati o destinati ad attività culturali, nonché di restauro di opere d’arte e materiale fotografico oggetto di tutela e valorizzazione ai sensi del D.lgs. 42/2004. La Convenzione prevede anche una collaborazione dedicata all’eventuale realizzazione di nuove opere, attraverso lo sviluppo di piani di fattibilità e progetti di valorizzazione, aperti alla partecipazione anche di soggetti privati.

“Siamo davvero soddisfatti – ha dichiarato l’amministratore delegato di Eur Spa Antonio Rosati – di firmare questa convenzione con l’Istituto del Credito Sportivo, per cui ringrazio il presidente Andrea Abodi per il supporto fornitoci. Una collaborazione che ci permetterà di realizzare alcuni possibili interventi nell’area dell’ex Velodromo, pensando soprattutto ai più giovani. Continuiamo a lavorare per affermare una nuova identità per l’Eur: luoghi aperti e vivi per tutti i cittadini. Guardiamo con fiducia alla primavera, nell’auspicio che sia un periodo di sviluppo e di rinascita”.

“La Convenzione con Eur Spa – ha dichiarato il Presidente del Credito Sportivo Andrea Abodi – rappresenta per Ics una grande opportunità di contribuire al rilancio di un affascinante luogo di fondazione che impreziosisce la città di Roma, attraverso il miglioramento degli spazi dedicati allo Sport e alla Cultura, valorizzando il patrimonio  presente e anticipando l’appuntamento con quello futuro, oltre a sollecitare una creatività rispettosa del contesto e a mobilitare risorse finanziarie pubbliche e private anche tramite l’utilizzo di nuovi strumenti. Consideriamo questo accordo uno degli strumenti anticiclici per rispondere alle difficoltà di questa complessa stagione, che si rafforza di significati simbolici nel sessantesimo anniversario della meravigliosa Olimpiade del 1960, della quale l’EUR fu uno dei luoghi simbolo.”

Il recupero e il miglioramento del patrimonio immobiliare pubblico, anche attraverso interventi finalizzati all’efficientamento energetico, l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’implementazione tecnologica, rappresenta una significativa leva di sviluppo e rilancio del territorio e una grande opportunità per promuovere l’avvio di processi di innovazione sociale e culturale e nuovi modelli di gestione di spazi innovativi, che coinvolgano attivamente cittadini, imprese e istituzioni. Un impegno, quello di EUR S.p.A. e Credito Sportivo, che guarda al patrimonio immobiliare pubblico come valore sociale ed economico e alla sua valorizzazione come fattore di crescita di fondamentale importanza per il territorio e l’intero Paese.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna