16 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Eur spa, cambiare il quartiere per cambiare Roma

Il presidente di Eur spa: vogliamo trasformare l'Eur in un distretto internazionale di innovazione, stimolando un’azione sinergica di cooperazione con gli stakeholder

“Siamo dinnanzi a un’opportunità che vogliamo cogliere: trasformare questo ambito urbano, che ha già una buona qualità urbanistica e di servizi, un tessuto economico e imprenditoriale importante e che ha nel polo congressuale una indiscutibile leva di attrazione, in un distretto internazionale di innovazione, stimolando un’azione sinergica di cooperazione con gli stakeholder presenti, in modo da favorire investimenti in qualità ed innovazione appunto”. Così in un’intervista a MF-Milano Finanza, pubblicata sabato, il presidente di Eur spa, Alberto Sasso. “Il nostro obiettivo”, spiega Sasso, “è costruire in uno dei quadranti più pianificati e connessi della città, un grande decentramento terziario urbano, immerso nel verde, un distretto dell’innovazione sostenibile, declinandolo rispetto alla mobilità, all’ambiente, alla cultura e all’intrattenimento, fermo restando il direzionale e il congressuale”.

Certo, c’è da fare i conti con una congiuntura nazionale tra le peggiori della storia, ed Eur spa non è certo immune da tutto questo. Eppure, vedere il bicchiere mezzo pieno si può. Secondo Sasso “in un momento incerto a livello globale, se da un lato si rende necessario continuare l’opera di risanamento aziendale intrapresa, dall’altro si impone un piano di investimenti strategici, per migliorare la competitività e favorire la ripresa. In continuità con la visione di distretto, abbiamo intrapreso alcuni significativi investimenti sul tema della rigenerazione, della qualità ambientale, investendo non soltanto nella cura del verde (oltre 2 milioni), ma anche in nuovi servizi ed infrastrutture. Penso ai 4 ettari del Giardino delle Cascate che riapriremo alla città in autunno dopo quasi 60 anni e con nuove idee che porteranno ad una nuova stagione di eventi, come l’iniziativa Floating Theatre, in collaborazione con Alice nella Città, che dal 24 agosto vedrà al Laghetto una piattaforma galleggiante con schermo di proiezione”.

Da una grande azienda poi non possono non arrivare consigli a chi amministra la città. “Il consiglio utile è, come sempre, essere coscienti del grande potenziale strategico che Roma ha nel mercato del turismo internazionale, anche congressuale e d’affari, e concepire fin da adesso una pianificazione che evidenzi ed includa la favolosa offerta che Roma ha oltre il centro storico, per creare nuove, complementari polarità, che attraggano e favoriscano la ripresa”

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014