Gratta e vinci rubato a Napoli, ritrovato a Latina

Intanto l'Adm ha bloccato la riscossione del biglietto risultato vincente e ha ha avviato il procedimento per la sospensione dell'attività sia della ricevitoria che della stessa rivendita

Sarebbe stato depositato in una banca di Latina il gratta e vinci da 500mila euro che un tabaccaio di Napoli aveva sottratto a una anziana cliente.

L’uomo, G.S., 57 anni, fermato ieri all’aeroporto di Fiumicino mentre cercava di imbracarsi per le Canarie è stato informato della denuncia di furto a suo carico. A quanto pare non avrebbe battuto ciglio ma avrebbe chiesto se la misura gli impedisse o meno di lasciare il Paese. Durante la perquisizione la Polaria non ha trovato traccia del tagliando.

Secondo quanto riportano diversi quotidiani, l’uomo avrebbe sostenuto di essere il legittimo proprietario del tagliando che, la polizia avrebbe poi scoperto, era stato depositato in una banca di Latina dove il tabaccaio aveva aperto un conto prima di recarsi in aeroporto a Fiumicino.

Intanto, Adm, l’Agenzia delle accise, dogane e monopoli, su impulso del direttore dell’Ufficio Giochi Numerici e Lotterie, Stefano Saracchi, ha immediatamente provveduto al blocco della riscossione del biglietto risultato vincente.

Inoltre, alla luce del fatto che all’interno della ricevitoria operasse al terminale di validazione, un soggetto collegato da un rapporto di parentela con il titolare, essendo questi fuggito con il tagliando per poi rendersi irreperibile, Adm, a tutela dei consumatori e per la salvaguardia della legittimità delle regole sul gioco pubblico, ritiene necessario avviare il procedimento di sospensione cautelare del rapporto fiduciario posto alla base della concessione rilasciata.

Per queste ragioni gli Uffici Adm della Direzione Campania hanno avuto l’incarico di valutare con estrema urgenza l’immediata sospensione dell’attività sia della ricevitoria che della stessa rivendita, in attesa dell’esito delle indagini al termine delle quali si potranno valutare i presupposti per la revoca di tutti i titoli concessi dall’Amministrazione.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna