Mobilità da incubo: i romani passano 35 minuti al giorno a cercare parcheggio

Quasi 12 ore in un mese. Secondo i calcoli della società di parcheggio online Parclick, l'orario peggiore per parcheggiare è tra le 8:00 e le 9:00 del mattino, mentre la sera tra le 19:00 e le 20:00

I romani passano quasi dodici ore al mese a cercare un parcheggio. I cittadini che vogliono parcheggiare nelle strade della Capitale trascorrono una media di 35 minuti ogni giorno alla ricerca di un posto libero, 45 minuti se si tratta dei quartieri più congestionati della città. Facendo due calcoli, quindi, senza contare i fine settimana, si arriva a una media di quasi dodici ore al mese. È quanto rivela uno studio della società di parcheggio online Parclick, secondo cui i problema di Roma non è la penuria di posti macchina, ma piuttosto l’inefficienza di quelli già esistenti, che non “massimizzano i propri livelli di occupazione e ricavi”, spiegano da Parclick.

Secondo la società sette romani su dieci utilizzano quotidianamente il proprio mezzo per andare al lavoro ma solamente un terzo dei cittadini possiede un posto auto privato. Una situazione esacerbata dalla pandemia che, negli ultimi due anni, ha visto i cittadini della Capitale preferire l’utilizzo della propria auto al posto dei mezzi pubblici, compresi coloro che si recavano abitualmente a lavoro in autobus o in metropolitana. Roma, quindi, accoglie sulle sue strade, secondo Parclick, tre volte più auto di quante la città ne possa ospitare e il doppio di quelle che corrono sulle vie di una Capitale europea come Parigi.

L’orario peggiore per parcheggiare a Roma – rivela lo studio della società – è tra le 19:00 e le 20:00, quando i romani rientrano a casa dopo aver finito di lavorare, mentre per quanto riguarda i quartieri, quelli più difficili in cui trovare un posto libero, e in cui i cittadini perdono più tempo per trovarlo, sono Roma centro, i dintorni della stazione di Termini, Prati, San Giovanni, San Lorenzo e Trastevere. Molto complicato anche riuscire a parcheggiare in città dopo le 20:00, orario in cui la maggior parte delle Ztl finisce di essere attiva e sia i residenti che i non residenti dei quartieri inclusi nelle varie zone a traffico limitato possono parcheggiare gratuitamente.

Inoltre – secondo Parclick – molto difficile è anche trovare parcheggio al mattino tra le 8:00 e le 9:00, orario in cui ci si reca abitualmente a lavoro, soprattutto nei quartieri periferici e nelle zone in cui si concentrano le aziende. Come mai allora i cittadini della Capitale non si affidano ai parcheggi privati per risparmiare minuti preziosi delle proprie giornate? Secondo la società la risposta risiede nel prezzo medio dei posti auto a Roma, che varia dai 150 a 300 euro e oltre in alcune aree della città, un prezzo ritenuto inaccessibile per 6 automobilisti su 10 che invece vorrebbero che fossero aumentati i posti sosta disponibili e che avessero tariffe mensili più basse.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna