Omicidio Willy: una ‘piazza bianca’ per il giovane eroe, le iniziative della Regione Lazio

Stanziati in favore del Comune di Colleferro 400 mila euro per il progetto di riqualificazione ambientale e valorizzazione del decoro urbano del giardino Angelo Vassallo adiacente al luogo dell'uccisione del 21enne. Inoltre è stato istituito il "Premio Willy Monteiro Duarte" rivolto agli studenti della regione per sensibilizzare i giovani sul contrasto a ogni forma di violenza.

Willy Monteiro Duarte, il 21enne picchiato a morte nella notte a Colleferro, in un'immagine presa dal suo profilo facebook +++ FACEBOOK +++ ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE CUI SI RINVIA +++

Due azioni sono state messe in campo dalla Regione Lazio in memoria di Willy e sono state illustrate questa mattina nel corso di una conferenza stampa dal titolo “La Regione Lazio in memoria di Willy, eroe buono”. Si tratta dello stanziamento in favore del Comune di Colleferro di 400 mila euro per il progetto di riqualificazione ambientale e valorizzazione del decoro urbano del giardino Angelo Vassallo adiacente al luogo dell’uccisione del 21enne. Inoltre è stato istituito il “Premio Willy Monteiro Duarte” rivolto agli studenti e alle studentesse delle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie e le strutture del sistema educativo regionale dell’istruzione e formazione, per sensibilizzare i giovani sul contrasto a ogni forma di violenza. Willy è il giovane residente a Paliano, in provincia di Frosinone, ucciso a Colleferro, in provincia di Roma, nel settembre 2020 dopo essere intervenuto in difesa di un amico in pericolo.

“L’istituzione del Premio ‘Willy Monteiro Duarte’ rivolto a tutte le scuole superiori del Lazio per contrastare ogni forma di violenza a partire dai ragazzi e dalle ragazze e il progetto di riqualificazione della ‘Piazza Bianca’ in prossimità del luogo dell’uccisione a Colleferro (RM) – ha detto in una nota Eleonora Mattia, Presidente IX Commissione lavoro, pari opportunità, politiche giovanili, istruzione e diritto allo studio in Consiglio Regionale del Lazio – sono il nostro modo per onorare la memoria di Willy, giovane eroe buono che proprio ieri avrebbe compiuto 23 anni. Come Istituzioni abbiamo il dovere di trasformare questo dolore, che è sempre stato collettivo, in un’occasione di riscatto e rinascita, onorando la memoria di Willy che è nel suo sorriso, nella sua meravigliosa famiglia e nella sua comunità”.

“Il tema dell’inclusione deve essere tra i valori fondativi della nostra comunità. Questo premio dedicato alla memoria di Willy va inserito all’interno di questa progettualità e come Regione Lazio vogliamo contribuire a questo progetto di riscatto. In questi mesi abbiamo parlato tanto dell’emergenza sanitaria ora dobbiamo invece cogliere l’occasione di rimettere al centro la scuola e considerarla il motore effettivo della formazione e del rispetto fra le persone”. Ha sottolineato l’assessore regionale a Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola, Politiche per la ricostruzione, Personale, Claudio Di Berardino.

“Con questo intervento abbiamo voluto dare un segnale concreto per onorare la memoria di Willy e ringrazio la Consigliera Mattia per l’input. Riqualificare il giardino Angelo Vassallo, oltre che valorizzare la cittadina di Colleferro, significa anche dare ai tanti giovani di questa comunità la possibilità di vivere in un ambiente migliore e ideale per la socialità. Il ricordo di Willy e la sua straordinaria vita continueranno ad essere presenti con noi”, ha spiegato l’Assessore ai lavori pubblici della Regione Lazio, Mauro Alessandri. “Come Regione Lazio ci prendiamo questo impegno per continuare a tenere viva la memoria di Willy: il suo altruismo e il suo coraggio devono essere d’esempio per le nuove generazioni”, ha aggiunto il Vice Presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori.

Un impegno che parte dalla presentazione e approvazione in Consiglio Regionale di due emendamenti da parte della Consigliera Eleonora Mattia e poi sviluppati dal lavoro della Giunta Regionale e in particolari dagli Assessorati ai Lavori pubblici e alla Formazione. In entrambi i casi l’obiettivo ultimo è quello di sensibilizzare, prevenire e contrastare ogni forma di violenza tra i giovani e a partire dai giovani con un duplice investimento: uno spazio fisico – la ‘Piazza bianca’ che sorgerà in memoria di Willy – che riscatta dall’ombra e l’onta della tragica uccisione uno spazio pubblico e lo restituisce ai giovani e alle giovani della comunità di appartenenza di Willy; uno spazio immateriale, quello delle possibilità offerte dal Premio a tutti i ragazzi e alle ragazze delle scuole superiori del Lazio che potranno confrontarsi e mettersi alla prova sui temi del contrasto all’odio e a ogni forma di violenza.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna