Ostia, annullato concerto di Daniele De Martino

Il neomelodico che attacca i pentiti di mafia è stato già diffidato addirittura dalla Questura di Palermo. Il villaggio dello sport è stato chiuso con 10 giorni di anticipo. 

Dopo lo stop al concerto di Niko Pandetta, il trapper siciliano nipote del boss di Cosa Nostra di Catania Salvatore Cappello, ad Ostia scoppia un nuovo ‘caso’.

Si tratta del concerto del palermitano Daniele De Martino, programmato per giovedì 23 settembre. Il X Municipio di Roma per chiudere la manifestazione estiva dell’X Village.

Per la seconda volta in poche settimane gli organizzatori hanno allestito un concerto con un cantante neomelodico che, nei suoi testi, inneggia alla malavita.

“Parliamo di un cantante diffidato addirittura dalla Questura di Palermo per espliciti riferimenti a sostegno della mafia e contro i pentiti. Non e’ accettabile che l’Amministrazione della legalita’, per altro alla guida di un Municipio che ha conosciuto recentemente anche lo scioglimento per mafia, non intervenga per fermare questa ‘esibizione’ vergognosa e pericolosa” – afferma di Marco Possanzini di Sinistra civica ecologista – “Va precisato che gli spettacoli che si svolgono all’interno dell’X Village, una manifestazione promossa e autorizzata dal Municipio X, devono essere comunicati all’Amministrazione al fine di poter valutare l’offerta culturale proposta dagli organizzatori dell’evento. Davanti ad una esibizione che rischia di trasformarsi in una sequenza di espliciti riferimenti a sostegno delle mafie, considerato il precedente che vede addirittura l’intervento della Questura di Palermo al fine di diffidare De Martino, visto che ci troviamo in un Municipio dove la presenza delle mafie e della criminalita’ e’ tutt’altro che residuale, la Presidente di Pillo e la delegata alle periferie hanno il dovere di attivarsi per far sospendere lo ‘spettacolo’ in programma. Confidiamo sul fatto che l’Amministrazione si attivera’ per fermare quella che rischia di diventare una vergognosa parata a sostegno della mafia. Nel frattempo, in attesa che qualcuno dal Municipio X dica qualcosa ai cittadini -dice Possanzini-, scriveremo al Prefetto Piantedosi per chiedere un autorevole intervento al fine di fermare l’esibizione in programma”.

Il “no” all’esibizione del cantante e la conseguente chiusura in anticipo dell’X Village sono arrivati dalla stessa presidente del X municipio. E dopo la presa di posizione di questura e prefettura. Il villaggio dello sport, inoltre, è stato chiuso con 10 giorni di anticipo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna