Ponte di ferro: Raggi “Aspettiamo esito indagini, io non mollo”

Abitanti, bisogna bonificare insediamenti

“Aspettiamo l’esito delle indagini. Io non mollo. Amo Roma”. Cosi’ la sindaca di Roma Virginia Raggi a chi le chiedeva, fuori dal seggio elettorale, un commento sull’incendio del Ponte di ferro.

Una informativ, intanto,a sara’ depositata nelle prossime ore alla procura di Roma dai carabinieri della Compagnia Trastevere che indagano sull’incendio che questa notte ha parzialmente distrutto il Ponte di ferro. Dopo l’arrivo dell’incartamento i magistrati procederanno alla formale apertura del fascicolo di indagine. Le fiamme hanno interessato la zona del passaggio dei cavi e delle condotte del gas. Sul luogo sono intervenuti, oltre ai carabinieri, i vigili del fuoco e gli uomini della polizia locale di Roma Capitale. L’indagine dovra’ accertare l’origine dell’incendio che in poche ore ha avvolto l’intera struttura danneggiandola gravemente. Al momento, secondo quanto si apprende, il rogo non sembrerebbe di origine dolosa. Le indagini sono comunque in corso.

Arrivano le prime reazioni.

“Bisogna bonificare sulle sponde del Tevere, togliere insediamenti e sterpaglie”. A ripeterlo alcuni cittadini che vivono in zona Ostiense dove nella notte si e’ sviluppato il maxi incendio che ha interessato il ponte dell’Industria. “Non e’ la prima volta che partono da li’ gli incendi e non sara’ l’ultima se rimarra’ in stato di abbandono”, dice Annamaria che si ferma a guardare con il marito da lontano il ponte distrutto dal rogo. In tanti stanno arrivando nella zona del ponte stamattina per guardare a distanza i danni e scattare qualche foto. “E’ incredibile che abbia preso fuoco un ponte di ferro – dice Mario – ci saro’ passato centinaia di volte”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna