17 Giugno 2021
Il meteo a Roma

News brevi da Roma e dal mondo

Un riassunto delle news più importanti della giornata. Non le solite top, perchè nei giorni di festa molti hanno meno tempo di leggere

Oggi facciamo un breve riassunto delle top eleven romane e non che popolano le rassegne stampa e notizie web:

1) L’influenza che ha messo a letto 200.000 laziali e che promette di metterne a letto ben di più verso Capodanno. Come sempre i medici consigliano di non uscire di casa, di consumare molta vitamina c, lavarsi bene (con sapone) le mani, se possibile vaccinarsi e non frequentare luoghi molto affollati. Quindi il 31 dicembre tutti a casa in superpigiamone, consolati dal non aver investito per quel vestitino nuovo e luccicante, e muniti di una buona dose di vin brulè a disposizione.
2) Un giovane in Via Tiburtina a notte fonda è stato rapinato dell’auto. Mentre faceva rifornimento è stato affrontato da un pregiudicato che l’ha anche spogliato completamente (slip compresi) e l’ha abbandonato nudo in pieno gelo.
3) L’albero di Natale  in P.zza Venezia, rimpolpato da km di luci, palle e chissà che altro, dopo il count down d’obbligo, s’è illuminato. Obiettivamente una certa figura la fa. Bella o brutta é argomento che ci trascineremo per tutte le feste e forse anche per le prossime legislature.
4) I Vigili del Fuoco (o pompieri) oggi indicono uno sciopero di 4 ore. Quindi occhio al gattino sul cornicione, al platano abbattuto dal vento e alle lucine non omologate del presepio…
5) Il maltempo che “flagella” 3/4 d’Italia mette in allarme il Campidoglio che emette un ordinanza “contro” (??) neve e ghiaccio. Chissà se, almeno il meteo, si farà condizionare dagli editti dei 5 stelle?
6) Finita bene, anche se con tanta paura e qualche ferita, l’incidente che ha coinvolto su via di Portonaccio l’auto con le figlie di Rutelli contro un bus in manovra.
7) Le terre d’Italia, da nord alle isole, tremano. 2 scosse di terremoto: una in Piemonte ed una in Sicilia. Nessun danno ma il chiaro segnale che questa Penisola è “sempre più inquieta”.
8) A Milano alla stazione Centrale, nel pomeriggio, due vagoni fortunatamente vuoti e fermi hanno preso fuoco. Tanto fumo, tanta paura e massiccio intervento dei vigili del fuoco.
ESTERO
9) Per quanto riguarda l’estero (ma neanche tanto e non solo) Gorbaciov avverte “il mondo vicino alla catastrofe della guerra mondiale”. Ne facciano tesoro il presidente col ciuffo simil arancione e il presidente coreano  rotondetto e afflitto dalla sindrome “vi stendo tutti con le mie bombe”.
10) In Israele proteste e scontri nel giorno della preghiera musulmana. 4 morti, circa 1000 feriti e lancio di razzi contro la scelta di Trump di riconoscere in Gerusalemme la Capitale dello stato d’Israele. A Gaza il malcontento è palpabile e non lascia presagire nulla di buono.
11) La Brexit lumaca e costosa procede lentamente e, secondo alcuni, i primi accordi sono solo piccoli passi avanti.Il governo di Theresa May non è del tutto al sicuro.

A domani per nuove brevi di cronaca spigolate qui e là. In caso di grosse novità ci rileggiamo su questa pagina.buona serata.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014