22 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Zètema, Raggi apre i giochi per il dopo Ruberti

Il manager lascerà a fine mese, dopo 19 anni. 300 candidature, la Raggi punta su esperienza e capacità manageriali. Tutte le sfide del successore

Non sarà facile trovare il nome giusto, tra 300 candidati, per sostituire Albino Ruberti, alla guida di Zètema (qui un approfondimento sulla municipalizzata di Radiocolonna.it). Uno che ha passato indenne diverse ere politiche capitoline: Rutelli, Veltroni, Alemanno, Marino. Il mandato del manager scade ufficialmente il 13 giugno, ma sul tavolo di Virginia Raggi ci sono già centinaia di curricula, 300 per la precisione.

Va messo un punto fermo, il Campidoglio, azionista al 100% della spa incaricata di promuovere la cultura e il tempo libero, non ha fretta. Lo prova la proroga al 30 giugno arrivata in extremis per Ruberti, che dunque lascerà solo a fine mese. Sui successori è ancora buio pesto. E’ saltato fuori il nome di Roberto Diacetti, attuale numero uno di Eur spa, controllata al 10% dal Comune, ma il rumor è stato prontamente rigettato dal vicesindaco Luca Bergamo.

Dalle indiscrezioni che filtrano dallo staff del sindaco Raggi pare che si voglia puntare su un soggetto dalla grande esperienza, buon conoscitore degli equilibri della Capitale, magari un ex soprintendente con capacità manageriali. La quale vanta uno dei sistemi museali più complessi al mondo. Ma c’è un’altra considerazione da fare.

La nuova guida di Zètema dovrà proseguire sulla strada del risanamento: la società da 860 dipendenti e 22 musei gestiti (dai Capitolini alla Centrale Montemartini, dall’Ara Pacis al Museo di Roma, dalla Gnam al Macro, a villa Torlonia) ha evitato per un pelo la tagliola dell’assessore Massimo Colomban e quest’anno dovrebbe chiudere con un utile di 87 mila euro, contro i 62 del 2016. Poi c’è da mantenere il passo con il turismo. Nei primi mesi del 2017 i poli capitolini hanno già incrementato gli ingressi del 20%. Che sia o meno un’eredità di Albini poco importa, l’importante è consolidare il risultato.

Quella di amministratore delegato non è l’unica casella da occupare. Perchè oltre alla poltrona di ad c’è anche da mettere mano al board, costituito attualmente dai consiglieri Nicola Sabato e
Andreina Marinelli. Comunque vada sarà la prima Zètema targata Cinque Stelle.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014