Alitalia, gli slot nel mirino delle low cost

WizzAir punta ad alcuni slot di Alitalia nel corto e medio raggio e l’obiettivo di ritornare ai livelli-pre-Covid

Nell’attesa del decollo, dopo il sostanziale via libera dell’Ue, qualcuno si fa avanti per gli slot di Alitalia. Nello specifico, la ungherese Wizz Air, che per l’estate si gioca la carta Italia e ha già allocato quattro Airbus A321 Neo – pronti per operare 32 nuove rotte verso 19 Paesi – a Fiumicino, base di prossima inaugurazione. Ma non solo.

Nel mirino della compagnia, ha scritto il Messaggero, ci sarebbero anche alcuni slot di Alitalia nel corto e medio raggio e l’obiettivo di ritornare ai livelli-pre-Covid – 40 milioni di passeggeri e 800 rotte su 167 aeroporti – nei prossimi mesi, considerando che già oggi si colloca all’80% rispetto al 2019. Attualmente in Italia, oltre a Roma, Wizz Air ha all’attivo cinque basi – Bari, Catania, Malpensa, Napoli e Palermo – che operano 38 rotte nazionali e oltre 250 rotte internazionali.

Alla fine però è un po’ tutta la compagnia sembra essere preda delle low cost. Per la prima volta nel trasporto aereo italiano Ryanair supera Alitalia pure nell’offerta dei posti sui voli nazionali. Il sorpasso avverrà nel terzo trimestre di quest’anno — da luglio a settembre —, proprio nel bel mezzo della stagione estiva che si preannuncia come un accenno di ripresa del settore dopo il coronavirus.

È quanto emerge dall’analisi che il Corriere della Sera ha effettuato sui dati forniti dalla società specializzata Oag. In parallelo galoppa pure l’ungherese Wizz Air che nello stesso periodo quasi eguaglia easyJet, la terza compagnia in Italia. In generale il 63% dell’offerta sarà in mano alle low cost. Un record anche questo, grazie al fatto che le rotte intercontinentali — in mano ai vettori tradizionali — sono ancora al minimo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna