Alitalia, scade il bando per il marchio

Il prezzo base è pari a 290 milioni di euro oltre Iva e oneri fiscali ai sensi di legge. Il marchio dovrà essere ceduto entro il 31 dicembre 2021

La protesta dei lavoratori Alitalia

Marchio Alitalia, e ora? Scaduto alle ore 14 il termine per presentare le offerte vincolanti per l’aggiudicazione del brand Alitalia, in amministrazione straordinaria. Il prezzo base è pari a 290 milioni di euro oltre Iva e oneri fiscali ai sensi di legge. Il marchio dovrà essere ceduto entro il 31 dicembre 2021. La procedura per aggiudicarsi il brand, disegnato nel 1969 con la A stilizzata con i colori del tricolari, è complessa ed è stata annunciata un paio di settimane fa con un avviso su diversi quotidiani anche in inglese sul Financial Times. L’erede ‘naturale’ è ITA, il cui decollo è previsto per il 15 ottobre, ma i vertici della compagnia hanno già fatto sapere di considerare la base d’asta troppo onerosa. Nella prima fase di aggiudicazione saranno ammesse soltanto offerte vincolanti uguali o superiori al prezzo di gara.

Qualora poi nemmeno nella seconda fase vengano presentate offerte vincolanti, i commissari straordinari procederanno alla cessione del brand senza vincoli procedurali nei confronti dell’operatore economico da essi individuato. Le offerte vincolanti per la prima fase dovranno essere presentate dai soggetti ammessi – indipendentemente dalla rispettiva data di accesso alla data room – entro oggi. Nel caso andasse deserta, le offerte per la seconda fase dovranno essere presentate dai soggetti ammessi “entro 3 giorni dalla ricezione della seconda lettera di procedura con la richiesta di offerte vincolanti per la seconda fase.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna