Atac: Calabrese, tavolo in Campidoglio con sindacati

Su assunzioni azienda e sindacati rispettino lavoratori

“Sulle assunzioni in Atac abbiamo espresso una chiara volonta’ politica sin dall’inzio: procedere con le adeguate assunzioni di personale proprio per soddisfare il servizio che l’azienda dovra’ garantire all’utenza. Ovviamente ci aspettiamo che Atac faccia la sua parte e proceda velocemente a ultimare gli atti necessari alla regolarizzazione dei contratti”. Cosi’ in una nota il vice sindaco con delega alla citta’ in Movimento, Pietro Calabrese.

“Nei prossimi giorni convochero’ azienda e sindacati in Campidoglio sia per confermare la nostra volonta’ politica sulla necessita’ di procedere con le stabilizzazioni e nuove assunzioni, sia per assicurarmi personalmente dell’impegno da parte di Atac a completare l’istruttoria, come richiesto dall’amministrazione capitolina -sottolinea il vicesindaco -. Mi auguro che le sigle sindacali siano disposte a sottoscrivere la proroga a tutela dei lavoratori. Serve la massima responsabilita’ da parte di tutti per un percorso veloce e trasparente”.

“Allo stesso modo abbiamo chiesto ai sindacati di firmare la proroga per tutelare i dipendenti e non mettere a rischio circa 400 posti di lavoro. La proroga di tre mesi che l’azienda ha previsto per perfezionare l’istruttoria insieme al dipartimento Partecipate di Roma Capitale fa parte dell’iter sia per contrattualizzare le stabilizzazioni, sia per assumere ulteriore personale a tempo indeterminato”, prosegue Calabrese. “Non c’e’, quindi, alcun scarico di responsabilita’ da parte di Roma Capitale, la quale determina il fabbisogno e corrisponde i pagamenti del servizio ad Atac – continua – . L’azienda deve specificare nei dettagli quanto richiesto dagli uffici capitolini e deve rispondere direttamente ai lavoratori in quanto impresa regolata anche da relazioni industriali e accordi con le parti sociali rappresentate dai sindacati”.

“Ribadisco che se la proroga non verra’ sottoscritta dai rappresentanti dei lavoratori assunti a tempo determinato questo compromettera’ inevitabilmente la loro completa stabilizzazione. I sindacati che a oggi non hanno ancora voluto sottoscrivere l’accordo sono: Filt Cgil Roma Lazio, Fit Cisl Lazio, Uil Trasporti Roma Lazio”, conclude Calabrese.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna