Atac ci riprova con la gara per i pneumatici

Dopo lo stop a novembre, nuovo bando da 6,8 milioni della municipalizzata. Che ricorrerà ancora alle gomme rigenerate

Per una volta l’Atac gioca la carta del risparmio. E lo fa riproponendo la famosa gara per l’acquisto delle gomme per i bus, saltata una prima volta lo scorso novembre. L’azienda però ha deciso di riprovarci, lanciando un’altra gara milionaria per la fornitura di pneumatici da montare sul suo obsoleto parco mezzi.

L’importo, che stavolta si aggira sui 6,8 milioni, contro i 7,5 del bando precedente. Ma leggendo i documenti di gara, emerge un altro particolare. E cioè che non si tratta solo di commissionare la fornitura di pneumatici nuovi, ma anche di un buon numero di gomme “ricostruite“.

Di che si tratta? Con la crisi, molti produttori di gomme hanno lanciato la cosiddetta rigenerazione, per venire incontro alle esigenze dei meno abbienti. In pratica si portano i vecchi pneumatici ormai consumati, detti “carcasse” sui quali viene sostituito il battistrada. E anche l’Atac sembra aver voluto seguire tale strada.

Dai documenti emerge l’impegno della municipalizzata guidata da Manuel Fantasia di fornire per l’appunto le carcasse su cui poi l’eventuale vincitore della gara dovrà montare un battistrada nuovo. C’è da chiedersi però se le gomme rigenerate avranno la stessa tenuta e durata di quelle nuove di zecca, viste e considerate le condizioni, pessime, del manto stradale romano. D’altronde, sulla fornitura di gomme all’Atac, ha acceso un faro pochi mesi fa proprio la Corte dei conti.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna