Atac: senza soldi concordato a rischio e tagli alle corse

Il ritardo dei denaro promesso dal Comune alla base del rinvio del rinnovo contratto per 200 autisti e delle spettanze ai creditori previste dal Concordato.

Il mancato rinnovo di quasi 200 autisti con contratto a tempo determinato, rischia di avere ripercussioni sul servizio, e in particolare un taglio delle corse. Lo denuncia ‘’Il Messaggero’’ aggiungendo che il Comune si lamenta di non aver ricevuto le carte necessarie per le assunzioni, mentrel’azienda segnala che non potrà fare ulteriori proroghe dopo l ‘ S agosto. Ma finora non sono entrati all’Atac i denari promessi dal Comune.

Atac, dopo due consuntivi negativi, ha chiuso il bilancio del 2020 con una perdita di 22 milioni, contenuta anche grazie a tagli alle spese per 50 milioni. A oggi, incassa dalla bigliettazione circa 13 milioni di euro al mese contro i 22 degli anni pre Covid. E quindi per proseguire l’attività e far fronte alle obbligazioni coi creditori previste dal Concordato è necessaria un’iniezione di liquidità

Perciò aveva stabilito una serie di operazioni con l’azionista, quali l’acquisto da parte del Comune di immobili (le ex rimesse di piazza Ragusa e di piazza Vittoria, l’ex parcheggio di Acilia) per poco meno di 30 milioni di euro, più ilversamento di una settantina milioni di crediti vantati dall’azienda verso il suo azionista. A questi si aggiungono altri venti milioni di euro di anticipo sui ristori governativi per il traffico passeggeri crollato per il Covid.

Il Campidoglio, finora, ha sostenuto Atac in vari modi, per esempio riconoscendo all’azienda il pagamento dei chilometri previsti, ma non effettuati nell’anno del Covid dal contratto di servizio. E si accinge anche ad aumentare l’entità del prossimo. Ma delle cifre pattuite, finora, non si è visto un euro. E questo ritardo (si sperava di incassare tutto entro l’inizio di luglio) preoccupa moltissimo via Prenestina, anche perché non è in grado di versare nei termini previsti le spettanze dei creditori.

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna