Atac saluta il Tecnopolo in cambio di 25 mila euro

La società cede la quota in Tecnopolo spa, controllata dalla Camera di commercio di Roma, per 500 euro ad azione

Atac fa cassa con il Tecnopolo Tiburtino. La municipalizzata dei trasporti, che nel 2019 ha chiuso il bilancio con un utile di 7,6 milioni di euro, ha deciso di cedere la sua partecipazione nella spa che gestisce il Tecnopolo, dove oggi risiedono oltre 100 imprese romane. Un’operazione che rientra nel più ampio processo di razionalizzazione delle quote di Atac in diverse aziende. E così, come risulta dai documenti visionati da Radiocolonna.it la società dei trasporti, venderà lo 0,03% di Tecnopolo spa, corrispondente a 50 azioni per un corrispettivo di oltre 25 mila euro, circa 508 euro ad azione.

Oggi il Tecnopolo è controllato direttamente dalla Camera di Commercio di Roma, che detiene il 96% della spa. Tra i soci, anche Acea (2,7%), Ama e Lazio Innova (1,1%). Il sistema dei Tecnopoli di Roma è costituito da due poli tecnologici, distinti per vocazione settoriale e collocazione territoriale: il Tecnopolo di Castel Romano, a Sud di Roma, orientato su attività di R&S in ambito Nuovi materiali, Scienze della Vita, Ambiente e Green Economy e il Tecnopolo Tiburtino, a Est di Roma che raggruppa più di 100 imprese, operative principalmente nei settori ICT Elettronica Telecomunicazioni, Aerospazio, Ambiente e Green Economy, Ricerca e Trasferimento Tecnologico.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna