Campidoglio: 20 milioni di euro per sostituire ascensori e scale mobili della metro B

Un'operazione - spiega il sindaco Roberto Gualtieri - che permettere "di intervenire in anticipo rispetto al fine vita tecnico degli impianti, scongiurando disagi e chiusure tipiche del passato"

In arrivo oltre 20 milioni di euro per sostituire le 35 scale scale mobili e i 20 ascensori della linea B della metro di Roma. Ieri la giunta capitolina ha approvato il progetto definitivo.

Le scale mobili, fa sapere il campidoglio, verranno sostituite nelle stazioni Magliana, Ponte Mammolo, Laurentina e San Paolo; quattro a Garbatella e Piramide; due alla stazione Termini e una a Colosseo. Per quanto riguarda gli ascensori, invece, cinque saranno sostituiti a Laurentina; tre a Ponte Mammolo; due a Marconi, Garbatella, Piramide, Magliana e San Paolo, uno a Eur Fermi e uno a Eur Palasport.

“Dai primi giorni successivi al nostro insediamento abbiamo messo tra le priorità il ripristino di scale mobili e ascensori che garantiscono l’accesso alle metropolitane, da subito consentendo la riapertura di stazioni che erano in alcuni casi chiuse da anni proprio perché non si facevano manutenzioni agli impianti – ha commentato il sindaco Roberto Gualtieri – Oggi acceleriamo ulteriormente con un cronoprogramma preciso e puntuale che ci consentirà di intervenire in anticipo rispetto al fine vita tecnico degli impianti, scongiurando disagi e chiusure tipiche del passato” e per “offrire a tutti i cittadini un servizio strategico e di qualità”.

“La delibera – ha aggiunto l’assessore alla Mobilità Eugenio Patanè – conferma l’attenzione e l’impegno sul rinnovamento di tutte le infrastrutture di trasporto della nostra amministrazione che, in controtendenza rispetto al passato, stanzia fondi per sostituire scale mobili e ascensori che andranno a fine vita tecnica tra il 2024 e il 2028”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna