Conca d’Oro, rivoluzione mobilità dal 16 maggio. Non mancano le perplessità

Bus deviati e grandi cambiamenti nel quadrante cittadino. I dubbi di Odissea Quotidiana

Sono attesi grandi cambiamenti – e qualche scombussolamento – per gli abitanti di Conca d’Oro. Dal 16 maggio, infatti, diverse linee bus cambieranno il proprio percorso, come l’86, il 93, il 336, il 337 e il 343. Motivo? Per permettere la conclusione dei lavori di riqualificazione di quello che è stato il campo base della costruzione della diramazione Bologna-Jonio della Metro B1. Come spiega Odissea Quotidiana, si tratta di lavori di ricucitura del vecchio cantiere con il resto del parco delle Valli e l’ampliamento del parcheggio esistente. Per farlo verranno utilizzate le aree adibite, dal 2012, come capolinea dei bus.

Lo stesso collettivo di esperti che si occupano di mobilità ha varie riserve sulle misure messe in atto e propone soluzioni alternative.

“Il nuovo attestamento a Prati Fiscali della linea 93 comporterà la soppressione della fermata per la linea 69, con inevitabili disagi per l’utenza. Tale fermata risultava infatti fondamentale per lo scambio tra le linee 38, 80 e 93 e la linea 69 in direzione Clodio: dal 16 maggio, l’utenza sarà costretta ad utilizzare la fermata “Jonio (MB1)”, portando la distanza da percorrere a piedi per lo scambio tra le linee da 120 a 300 metri – spiega Odissea Quotidiana – una soluzione alternativa, proposta svariate volte da questo blog, è rappresentata dalla “circolarizzazione” della linea 93, vale a dire dal mantenimento del solo capolinea di Monte San Giusto. I bus, una volta giunti su via di Valle Melaina continueranno a viaggiare sulla corsia preferenziale sino all’impianto di fermata “Valle Melaina/Ventotene” (n°76834), dove sarà effettuata la discesa dei passeggeri. La corsa di ritorno inizierebbe dall’omonimo impianto, posto in direzione opposta (n°76754), dopo aver effettuato l’inversione di marcia in piazzale Jonio. In questo modo, si eviterebbero gli enormi aggravi in termini di tempi di viaggio per l’utenza della linea 93, costretta a viaggiare nella corsia promiscua di via di Valle Melaina, e si continuerebbe a garantire l’interscambio a piazzale Jonio tra le linee 38, 80 e 93 ed il bus 69 in direzione Clodio”

Ma i blogger esprimono dubbi anche sulla collocazione del capolinea delle linee 86 e 337 su via Petalosa.

“Questa decisione desta non pochi dubbi a causa della conformazione della svolta a destra dal capolinea su via di Conca d’Oro – concludono – si potrebbe valutare uno spostamento di pochi metri del capolinea delle due linee, realizzandolo su via di Conca d’Oro, in direzione dell’omonima piazza, poco dopo l’incrocio con viale Tirreno, dove la vecchia linea 335 fino ai primi anni ’90 effettuava la sosta.”

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna