Conte su Grillo: “Svolta autarchica che mortifica un’intera comunità”

Dopo il post di rottura del fondatore del Movimento Cinque Stelle, l'ex premier si dice comunque pronto ad andare avanti. Anche Vito Crimi contro l'ex comico: "Pur rientrando fra le sue facoltà indire la votazione, non concordo con la sua decisione".

Il post di Beppe Grillo “non è” una delusione “solo per me. “Questa svolta autarchica credo sia una mortificazione per un’intera comunità, che io ho conosciuto bene e ho apprezzato, di ragazze e ragazzi, persone adulte, che hanno creduto in certi ideali. È una grande mortificazione per tutti loro”. Lo dice Giuseppe Conteintercettato mentre esce da casa in un video del Corriere.it. Se andiamo avanti? “Mai indietro”, aggiunge l’ex premier.

Vito Crimi, in un post su facebook: “Grillo ha indetto la votazione del comitato direttivo impedendo una discussione e una valutazione della proposta di riorganizzazione e di rilancio del MoVimento 5 Stelle alla quale Giuseppe Conte ha lavorato negli ultimi mesi, su richiesta dello stesso Beppe. Pur rientrando fra le sue facoltà indire la votazione, non concordo con la sua decisione. Il voto, tuttavia, non potrà avvenire sulla piattaforma Rousseau, poiché questa è inibita al trattamento dei dati degli iscritti al MoVimento. Inoltre, consentire ciò violerebbe quanto disposto dal Garante della Privacy”.
 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna