Fiumicino, Costa dice no al master plan

Il ministro dell'Ambiente ha firmato oggi, di concerto con il ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini, il decreto nel quale è espresso il giudizio negativo sulla compatibilità ambientale del Master Plan 2030

L'aeroporto Fiumicino

Tegola su Adr a Fiumicino, proprio nei giorni in cui si tenta l’intesa tra Cdp e Atlantia per il riassetto di Autostrade, dopo l’accordo tra governo e famiglia Benetton, proprietaria tramite la stessa Atlantia della società che gestisce gli scali romani di Ciampino e Fiumicino. Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha firmato oggi, di concerto con il ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini, il decreto nel quale è espresso il giudizio negativo sulla compatibilità ambientale del Master Plan 2030 dell’aeroporto di Fiumicino, presentato da Enac, ha comunicato lo stesso ministero dell’Ambiente in una nota.

Ora, il provvedimento sarà comunicato al proponente, ai ministeri per i Beni e le attività culturali e delle Infrastrutture e dei Trasporti e alla Regione Lazio, che provvederà a portarlo a conoscenza delle altre amministrazioni interessate. Sarà disponibile sul sito del ministero dell`Ambiente, insieme al parere della Commissione tecnica di verifica dell`impatto ambientale Via e Vas e al parere del ministero per i Beni e le attività culturali.

“La proposta dell’ampliamento dell`aeroporto di Fiumicino – osserva il ministro dell`Ambiente Sergio Costa – avrebbe impattato in maniera imponente su una parte della riserva del litorale romano, violando una serie di vincoli. Già ad ottobre era arrivato il parere negativo della commissione Via-Vas. Adesso, dopo tutti i necessari passaggi amministrativi, c`è la firma definitiva”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna