Expo 2030, imprese del Lazio ai nastri di partenza

In vista della possibile assegnazione le aziende di Unindustria chiedono di spingere sull'export

Aspettando l’Expo del 2030, sempre che Roma vinca, è tempo di spingere sull’export. “Il Lazio ha certamente bisogno di aumentare i valori delle proprie esportazioni. Il nostro è un mercato vivace con buoni tassi di crescita ma certamente dobbiamo aumentare i nostri livelli di export e gli Emirati possono rappresentate sicuramente un’ottima opportunità per farlo”, ha detto il presidente di Unindustria Angelo Camilli durante l’evento Lazio Region Business Hub nell’ambito della missione del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti a Expo 2020.

“Gli Emirati rappresentano una importante opportunità, é un Paese che ha grandi risorse finanziarie e una capacità di pianificazione del futuro molto importante. Le imprese che si insediano qui riescono ad avere una capacità di programmazione dei propri investimenti importante. Il sistema produttivo del Lazio vanta molti settori di eccellenza che sono coerenti con la domanda di mercato negli Emirati, tra quelli più significativi “il farmaceutico”, in cui la regione rappresenta il 38% di tutte le esportazioni nazionali”.

Nel digitale il Lazio é un’assoluta eccellenza pari al settore lombardo. Il nostro sistema delle imprese digitali rappresenta il 50% delle esportazioni nazionali. Il settore del turismo per Roma e Lazio è imprescindibile e il territorio sta dimostrando grande attrattività, con 20 catene alberghiere che stanno aprendo strutture di alta gamma tra il 2021 e il 2023. Ci sono poi il cinema e l’audiovisivo con il primato nel Paese. La difesa è un settore importante che vede in primo luogo Leonardo sul territorio, poi il mondo dei materiali e l’edilizia, molto importante per queste latitudini con le ceramiche e i sanitari dove si registra il primato italiano del distretto di Civita Castellana. A questi si aggiungono il Made in Italy e l’agroalimentare. Tanti settori che possono rappresentare dei punti di forza della nostra regione su cui puntare e investire creando le condizioni per continuare a crescere”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna