Giubileo 2025: Patanè, “entro il 2024 apriremo due stazioni della metro C”

Meno auto in strada, nuove tranvie e lancio della app Maas: gli obiettivi dell'assessore ai Trasporti in vista dell'anno giubilare

Una città con meno macchine e l’apertura di due fermate della metro C entro il 2024. Così immagina il nuovo volto di Roma l’assessore capitolino ai Trasporti, Eugenio Patanè, in vista del Giubileo 2025.

L’amministrazione comunale – racconta l’assessore all’Agenzia Nova –  sta lavorando per una città “con meno veicoli privati, in cui sia stata avviata la rivoluzione del ferro e dove l’utente possa ritagliarsi su misura la sua offerta combinando trasporto pubblico di linea e non”.

Un obiettivo ambizioso che l’assessore è sicuro si potrà raggiungere in tempo per l’inizio dell’anno giubilare. “Ce la faremo – assicura-. Contiamo entro ottobre del 2024 di aprire le stazioni Amba Aradam e Colosseo della metro C e consentire così lo scambio con la linea A, tra Amba Aradam e San Giovanni, e con la linea B a Colosseo. Accanto a questo – continua Patanè – puntiamo ad aver pronte le quattro nuove tranvie, la Tva, Termini-Vaticano-Aurelio, la Termini-Giardinetti-Tor Vergata, la Tiburtina-Verano; la Togliatti-Cinecittà”.

Il piano sui trasporti conta anche su uno stanziamento di 1,6 miliardi di euro da parte del ministero delle Infrastrutture, che andrà a coprire i finanziamenti che mancavano per i lavori su Metro C e tranvia Tva, Termini-Vaticano-Aurelio.

Mentre i 2,5 milioni di euro del bando Maas (Mobility as a service) del Pnrr serviranno per il lancio dell’applicazione Maas che riunirò tutti i trasporti pubblici, inclusi taxi e ncc. Patanè spiega: “Realizzeremo un’applicazione, contiamo di caricare il primo modulo che riguarderà il tpl già a giugno, ed entro tre anni contiamo che l’applicazione possa essere strutturata con la maggior parte dei servizi di trasporto, compresi taxi, ncc, mezzi in sharing. Si pagherà con un Qr code e a fine giornata, in base all’offerta più conveniente per l’utente”.

Infine per ridurre l’utilizzo dell’auto privata l’infezione del Campidoglio è di intervenire con misure come “la Pollution charge e la Congestion charge nelle Zone a traffico limitato”: ci saranno quindi aree dove si entrerà o con un veicolo elettrico o pagando e altre che saranno, per periodi limitati, completamente interdette al traffico veicolare.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna