La notte del Recovery Plan. Anche per Roma

Stasera un Cdm teso all'inverosimile deciderà le sorti di 4 miliardi destinati a Roma e al Giubileo del 2025

O la va o la spacca. Stasera a Palazzo Chigi potrebbe saltare il governo e con esso il Recovery Plan. E dunque una buona dose di risorse per Roma. Non sono spiccioli. La Capitale, da tempo attende i fondi. E non solo per le proprie infrastrutture, ma anche per i grandi eventi. Come il Giubileo del 2025, per il quale lo stesso Recovery Plan ha previsto 4 miliardi. Soldi in bilico, per colpa della politica.

E pensare che le opere in questione, legate al Giubileo, sono tante. Ci sarà infatti una modernizzazione, che va dalle catacombe di Villa Pamphilj ai mausolei dell’Appia Antica, dal cammino lungo la Via Francigena al parco archeologico di Villa Gordiani, passando per gli studios di Cinecittà, questi ultimi in particolare, subiranno un piano di investimento da 300 milioni, tra nuove tecnologie, digitalizzazione degli archivi e dei servizi e modernizzazione dei teatri.

Verranno restaurati moltissimi siti archeologi, per il recupero di percorsi e vie storiche. Si parte dal potenziamento delle aree turistico-culturali di 9 città italiane, dove spicca Roma con un progetto speciale di valorizzazione del Museo Nazionale Romano e del parco archeologico dell’Appia Antica.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna