Lazio: il Consiglio approva il collegato al bilancio, vale 77 milioni

Si tratta di un provvedimento che interviene in numerosi ambiti della legislazione regionale dalle politiche giovanili, cultura e sport alle politiche sociali, con una particolare attenzione alle donne vittime di violenza e alle ludopatie

Consiglio regionale Lazio

Favorire occupazione, welfare, giovani e ambiente. Questi gli obiettivi della proposta di legge regionale recanti disposizioni collegate alla legge di stabilità, approvate ieri dal Consiglio regionale del Lazio. Il collegato vale circa 77 milioni di euro.

Dalle politiche sociali alla sanità

Si tratta di un provvedimento che interviene in numerosi ambiti della legislazione regionale dalle politiche giovanili, cultura e sport alle politiche sociali, con una particolare attenzione alle donne vittime di violenza e alle ludopatie. Nella proposta sono contenuti anche alcuni passaggi fondamentali in tema di sanità e ambiente, interventi utili allo sviluppo economico e all’occupazione (crisi Alitalia), e disposizioni in materia di urbanistica e governo del territorio.

“Dopo la crisi economica e sanitaria generata dal Covid – dichiara il governatore Nicola Zingaretti – abbiamo scelto di proseguire sulla strada del lavoro fatto in questi anni di governo, puntando la nostra attenzione verso politiche giovanili, welfare, smart cities e turismo. Al centro anche sviluppo economico ed occupazione, con un occhio rivolto alla crisi di Alitalia il cui impatto per il nostro territorio è stato molto forte e che abbiamo cercato di arginare con il rifinanziamento di un fondo o in favore dei lavoratori e delle imprese del settore del trasporto aereo di 5 milioni di euro”.

“Il pacchetto di misure appena varato – aggiunge Zingaretti – comprende anche alcuni settori di rilevanza strategica per la crescita della nostra Regione, come la ricerca, realizzata da Università ed Enti di ricerca, che mai come negli ultimi mesi è stata al centro del dibattito per la sua capacità di incidere sulla qualità e sulla salute delle nostre vite o l’ambiente e la transizione ecologica, un tema messo al centro anche dall’attuale governo. In questa legge ci sono infine importanti spunti relativi alla semplificazione di leggi già emanate con lo scopo di sburocratizzare e facilitare alcuni passaggi che spesso impediscono investimenti, anche stranieri, sul nostro territorio.

Da ultimo vorrei ringraziare anche il Consiglio, per aver proseguito il lavoro nonostante le difficoltà delle ultime ore dovute all’attacco hacker“, conclude Zingaretti. “La legge appena approvata – commenta il vicepresidente della Regione Lazio con delega al bilancio, Daniele Leodori – è stato il frutto di un lavoro complesso e ragionato condotto dalla maggioranza e dalle opposizioni. Il quadro in cui ci siamo trovati a vivere, a causa della pandemia, ha inciso sul provvedimento che intende avere un impatto su alcuni comparti specifici ma strategici della nostra Regione e incidere sulla ripresa che in questi mesi ci vede tutti impegnati per rilanciare l’economia e lo sviluppo della nostra regione. Nel campo della ricerca, cultura, infrastrutture, ambiente e sociale, abbiamo raggiunto con stanziamenti ad hoc tanti settori e offerto una spinta di crescita a ognuno di loro”, conclude Leodori.

Misure per sostenere l’occupazione

Tra le misure approvate disposizioni per lo sviluppo economico e il sostegno occupazionale. In particolare, “l’articolo 15 del Collegato – spiega in una nota della Regione Lazio – contiene una disposizione di rilievo per quanto riguarda la politica regionale per la ricerca: si consente – contrariamente a quanto previsto finora – che i finanziamenti regionali possano essere destinati anche alla ricerca fondamentale, realizzata da Università ed Enti di ricerca, ossia a quella che viene usualmente chiamata ‘ricerca pura’ o ‘ricerca di base’ e non solo alla ricerca applicata, ovvero quella più direttamente finalizzata al trasferimento tecnologico e alla messa a punto di prodotti o processi commercializzabili e di potenziale valore commerciale. Questa scelta è stata fatta per poter “chiudere il cerchio” per quanto riguarda il sostegno della Regione alle attività innovative, includendovi anche la fase iniziale del processo dell’innovazione, spesso la più importante, in cui si dà forma a intuizioni teoriche che, una volta confermata la validità, potranno innescare avanzamenti conoscitivi con impatti ben più profondi in termini tecnologici e di trasformazioni dei modelli produttivi”. Inoltre, per la salvaguardia della tutela occupazionale è previsto uno stanziamento da 1 milione e 963 mila euro nel triennio 2021-2023.

Un fondo da 5 mln per i lavoratori Alitalia

Tra le misure anche la creazione di un “fondo per il sostegno allo sviluppo delle aree industriali interessate dall’insediamento di aziende operanti nel settore dell’aerospazio” da 1 milione e 750 mila euro nel triennio 2021-2023. Tra i nuovi fondi anche 5 milioni di euro per la creazione di un fondo in favore dei lavoratori e delle imprese del settore del trasporto aereo per arginare la crisi di Alitalia, che coinvolge in modo particolare il Lazio, dove opera oltre l’85 per cento delle lavoratrici e dei lavoratori della compagnia a cui si aggiungono coloro che operano nell’indotto. Per il fondo sviluppo smart cities, vengono stanziati 200mila euro per ogni anno del triennio 2021-2023. In merito ai contributi per il settore turistico, sono previsti nel collegato 200mila euro per ogni anno del triennio 2021-2023. Sul fondo straordinario per l’editoria, invece, 500mila euro nel 2021

La ferrovia Roma-Giardinetti verrà trasferita a Roma Capitale

Tra le misure approvate disposizioni in materia di infrastrutture, opere pubbliche e trasporti. In particolare, nella legge approvata è prevista “anche una norma sul trasferimento a Roma Capitale della ferrovia Roma-Giardinetti, includendo impianti e pertinenze, vista la sua trasformazione in una linea tranviaria che arriverà a Tor Vergata già approvata dal Mit – continua la nota della Regione Lazio -. Il trasferimento della proprietà dell’infrastruttura ci sarà con un decreto del presidente della Regione, successivamente le funzioni di gestione dei servizi di trasporto relativi alla infrastruttura passeranno a Roma Capitale. Per garantire comunque l’erogazione del servizio di trasporto ai cittadini, nel periodo transitorio la Regione continuerà ad esercitare le funzioni di affidamento, stipula e gestione del contratto di servizio”. Per le opere pubbliche locali, previsti finanziamenti straordinari in materia di opere pubbliche per 4,3 milioni di euro nel 2021 e 3 milioni di euro nel 2022. Nella legge si dispone l’adozione, mediante apposita deliberazione della Giunta regionale, di un piano per la manutenzione straordinaria delle strade montane e rurali, tramite la società regionale Astral, stabilendo un incremento pari ad 1,4 milioni di euro nel triennio 2021-2023.

Opere per il porto di Civitavecchia

Sul porto di Civitavecchia, per il completamento delle opere di grande infrastrutturazione portuale strategiche per il sistema logistico e trasportistico laziale, la Regione concede “all’Autorità di sistema portuale del mar Tirreno Settentrionale un contributo, pari ad euro 700 mila, a decorrere dal 2021 e fino al 2041, per la copertura degli oneri derivanti dalla contrazione prestiti con la Banca europea degli investimenti concernenti gli interventi relativi al nuovo porto commerciale di Fiumicino e l’ultimo miglio ferroviario del Porto di Civitavecchia”. Tra le misure anche disposizioni in materia di politiche giovanili, cultura e sport. “In materia di politiche giovanili – spiega la Regione Lazio -, l’intervento regionale promuove un sistema coordinato di servizi e strutture attraverso azioni ed iniziative quali il trasferimento al patrimonio dei Comuni delle dotazioni strumentali, informatiche ed audiovisive; l’ampliamento della platea dei soggetti beneficiari delle agevolazioni per il credito sportivo, includendo anche i soggetti che operano nel campo delle attività paralimpiche”.

Fondi ad hoc per la cultura e la street art

Inoltre, come specificato nell’Articolo 3, in materia di cultura, la Regione Lazio indica le “disposizioni per la valorizzazione, la promozione e la diffusione della street art“, oltre che l’ampliamento dei possibili beneficiari del fondo della creatività per il sostegno e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative. Infine, sempre in materia di servizi culturali, si prevede l’inserimento nelle “organizzazioni regionali dei servizi culturali” di biblioteche, musei e archivi statali, oltre che all’inserimento nelle medesime degli archivi storici delle forze armate situati nel territorio di Roma Capitale, al fine di favorire la diffusione della conoscenza del patrimonio storico e commemorativo della Nazione e di Roma Capitale. Inoltre, tra le misure disposizioni in materia di politiche sociali. “Per la prima volta – continua la nota della Regione Lazio – grazie all’approvazione della legge vengono introdotti appositi elenchi regionali per individuare le strutture e i servizi socioassistenziali, pubblici e privati, autorizzati e accreditati che operano sul territorio regionale. L’elenco sarà creato grazie all’aiuto dei comuni che trasmetteranno alla Regione autorizzazione e dati relativi alle strutture”. Poi disposizioni in materia di urbanistica e governo del territorio. Maggiore trasparenza e snellimento nelle procedure urbanistiche: in particolare, semplificazioni per la presentazione delle autorizzazioni da parte di privati e imprese ai Comuni e alla Regione. Non mancano le disposizioni in materia di transizione ecologica: 1,85 milioni per le Comunità Energetiche del Lazio, basate sulle rinnovabili, dando priorità alle famiglie meno abbienti.

La proposta di legge sul collegato al bilancio prevede anche di promuovere e sostenere le associazioni e le realtà che prestano la propria attività a sostegno e in aiuto delle donne vittime di violenza, mediante il riconoscimento ‘formale’ delle attività svolte grazie all’istituzione di un Albo regionale al quale potranno iscriversi. Sarà inoltre redatto un apposito regolamento per vagliare l’esistenza di esperienze, competenze specifiche e ulteriori requisiti di esperienza e professionalità, oltre ai criteri e alle modalità di aggiornamento dell’Albo stesso. La gestione delle strutture antiviolenza sarà affidata ai soggetti iscritti all’Albo. Nella legge si istituisce un premio dedicato alla memoria di Willy Monteiro Duarte, brutalmente ucciso a Colleferro nella notte del 6 settembre 2020.

Potenziamento del policlinico di Tor Vergata

Per la sanità, è previsto il potenziamento “del policlinico Tor Vergata con un finanziamento della Regione Lazio di 15 milioni di euro, una struttura che insiste su un’area della città di Roma ad alta densità abitativa e con elevati standard di servizi. Nella legge in materia di sanità è stata inserita anche la proposta di dar vita a un coordinamento Stato-Regioni per rendere più rapidi l’accesso e la spesa ai finanziamenti statali. Viene infine attribuito al Comune lo strumento di pianificazione delle farmacie, sentito il parere della Asl e dell’Ordine dei Farmacisti. Alla Regione resta la vigilanza e la funzione di gestione dei concorsi per il conferimento delle sedi farmaceutiche con conseguente approvazione della graduatoria e assegnazione delle sedi”. Nella legge approvata, la Regione Lazio concede un contributo di 4 milioni di euro al Comune di Colleferro per la realizzazione delle attività connesse agli interventi di bonifica e di ripristino ambientale. La Regione Lazio “promuove la costituzione insieme ad altri soggetti pubblici o privati, alla Fondazione di partecipazione ‘Fiera di Roma’. Scopo della fondazione quello di favorire, promuovere e incrementare in Italia e all’estero l’organizzazione di manifestazioni fieristiche e di ogni altra iniziativa che, promuovendo l’interscambio, contribuisca allo sviluppo dell’economia”.

La Regione parteciperà alla fondazione Vittorio Occorsio

La legge approvata autorizza la Regione Lazio a partecipare alla fondazione “Vittorio Occorsio”. La fondazione senza scopo di lucro è sorta in ricordo del magistrato Vittorio Occorsio, vittima di un attentato terroristico nel 1976 a Roma e persegue finalità istituzionali quali lo studio e le proposte sui temi attuali come le esperienze maturate nel contrasto alla criminalità organizzata e al terrorismo. Favorirà, inoltre, l’organizzazione di iniziative per la memoria delle vittime del terrorismo, l’erogazione di borse di studio, la divulgazione del pensiero e dell’azione di tutti i magistrati e le forze dell’ordine vittime di terrorismo. Si farà promotrice, infine, della cultura della legalità e della non violenza. Si dispone anche l’incremento per 1 milione di euro per potenziare l’erogazione dell’offerta formativa degli Istituti Tecnici Superiori ed incrementare il numero dei partecipanti ai corsi, nonché di ridurre il divario tra domanda e offerta di lavoro, in coerenza con gli obiettivi stabiliti dal “Piano Territoriale Triennale per l’Istruzione e la Formazione Tecnica Superiore” e permettere al sistema Its Laziale di innovarsi e svilupparsi.

Concessione di contributi per la realizzazione di tensostrutture polifunzionali nel territorio regionale, al fine di favorire e potenziare l’attività sportiva con uno stanziamento pari ad euro 500mila per l’anno 2021 e ad 1 milione di euro per gli anni 2022 e 2023. Infine, vengono stanziate nel bilancio regionale 2021-2023 apposite risorse per sostenere lo sviluppo delle attività ed il potenziamento delle infrastrutture del Centro Agroalimentare di Roma (Car) e del Mercato Ortofrutticolo di Fondi (Mof) Per tali finalità si provvede ad uno stanziamento, di 500 mila euro nel 2021 e 1 milione di euro nel 2022.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna