Multiservizi, il Pd all’attacco della Raggi

Dopo le rivelazioni di Radiocolonna.it circa lo stop del Comune alla gara per l'ingresso di un socio privato nella controllata Ama

Il giorno dopo le rivelazioni di Radiocolonna.it circa lo stop alla gara per l’ingresso di un socio privato nella controllata Ama, Multiservizi, arriva l’attacco al Campidoglio del Pd. “Multiservizi incapacità o volonta? Questa è la domanda che ci poniamo dopo tre anni di percorsi amministrativi scelti dalla Raggi e dalla sua Giunta sulla procedura della gara a doppio oggetto per le pulizie degli Uffici e delle scuole comunali” si sono chieste Valeria Baglio e Ilaria Piccolo.

“In poche parole tutto da rifare. La Raggi con una determina dirigenziale ha escluso la Multiservizi, società partecipata da Ama per il 51%, dal terzo bando, preparato a loro dire proprio per salvare le sorti della società e dei lavoratori. Quindi dopo tre anni e due bocciature del Tar gli M5S si sono svegliati e si sono accorti che in caso di vittoria della Multiservizi-Rekeep la quota di capitale a rischio di Roma Capitale arriverebbe al 73,5%. La vicenda continua a mettere in agitazione le migliaia di lavoratori della società che da tre anni tremano per il loro futuro lavorativo. Quegli stessi lavoratori che in campagna elettorale la Raggi rassicurava arrivando addirittura a promesse di internalizzazione. Quei stessi, che dopo averne carpito i voti, sono stati cacciati dall’aula Giulio Cesare durante una seduta che trattava il destino della loro società”.  “L’incompetenza e l’incapacità di questa Giunta l’abbiamo più volte denunciata, ma oggi, dopo le verità che leggiamo su Ama, non possiamo che domandarci quali interessi si nascondono dietro la vicenda”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna