Multiservizi prepara il ricorso dopo lo stop alla gara a doppio oggetto

Il Campidoglio aveva escluso la società dal bando per la creazione di un soggetto misto pubblico privato per il global service

Multiservizi farà ricorso contro la decisione del Campidoglio di escludere la controllata Ama dalla gara a doppio oggetto per la creazione di una società misto pubblico-privato per i servizi di global service. Una scelta rivelata da Radiocolonna.it nei giorni scorsi, e riguardante la gara da 475 milioni, poi ridotta a 277 milioni, per l’individuzione di un socio privato da affiancare a Multiservizi, la società di servizi per i servizi di global service nei locali del Campidoglio, partecipata al 51% da Ama. Dai documenti che Radiocolonna.it ha potuto consultare, è emerso lo stop all’aggiudicazione della gara che avrebbe portato all’ingresso nel capitale di Multiservizi della società privata Reekep. In particolare si è proceduto “all’esclusione del raggruppamento temporaneo di imprese Roma Multiservizi-Rekeep” con una determina dirigenziale che porta la data del 1 marzo.

Tutto si era incagliato per questioni di Antitrust. Essendo obiettivo del Campidoglio creare una società 51% pubblica e 49% privata, Multiservizi partecipata al 51% da Ama e dunque dal Comune, non avrebbe potuto partecipare alla gara e coprire eventualmente la quota del 49%. Di qui lo stop del Campidoglio. Ma ora, dalle indiscrezioni raccolte da questa testata, la società ricorrerà contro tale decisione.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna