Niente più stalli per taxi e Ncc in piazza di Spagna: le commissioni capitoline valutano soluzioni per ridurre il traffico

Al momento l'ipotesi più accreditata è che vengano spostato in via dei Due Macelli. La bozza del progetto prevederebbe anche degli interventi nell'area pedonale di piazza Mignanelli

Niente più stalli per taxi e Ncc in piazza di Spagna a Roma. La proposta – al vaglio delle commissioni capitoline Turismo e Mobilità – sarà oggetto di uno studio di fattibilità dell’Agenzia Roma servizi per la Mobilità, e prevede un ridimensionamento dei posteggi che affollano la piazza con l’obiettivo di decongestionare l’area, risolvendo i problemi di traffico.

Al momento l’ipotesi più accreditata è che gli stalli dei mezzi vengano spostati su via dei Due Macelli, poco distante dalla piazza. Tuttavia, non è escluso che si trovi sempre su piazza di Spagna una nuova collocazione per le auto bianche. La bozza del progetto prevederebbe inoltre degli interventi sull’area pedonale di piazza Mignanelli.

“Piazza Mignanelli di fatto è già pedonalizzata, purtroppo l’area pedonale non viene rispettata e, di fatto, di pedonale ha ben poco”, ha spiegato il presidente della commissione Turismo, Mariano Angelucci. “La parte di piazza di Spagna dopo l’Obelisco, invece, è dedicata allo stallo di taxi e una parte agli scarichi, ma molto spesso viene utilizzata anche al di fuori di questi permessi che ci sono con quello che ne consegue”, ha aggiunto.

La zona intorno a piazza di Spagna “ha subito delle riqualificazioni importanti e probabilmente a qualcuno può essere sfuggito che queste trasformazioni avrebbero coinvolto pesantemente sia piazza di Spagna che piazza Mignanelli”, ha proseguito il presidente dell’associazione Piazza di Spagna e Trinità dei Monti, David Sermoneta.

“Tutti i parcheggi del Tritone e di via Capo le Case sono stati tolti – ha sottolineato – l’unica area ancora fruibile da Ncc, taxi, camion e residenti è rimasta l’area della piazza che è in balia di tutto e di tutti”. Le modifiche alla viabilità si andrebbero a inserire nel più ampio quadro di riqualificazione del centro storico intrapreso dall’amministrazione capitolina. “L’obiettivo che ci siamo dati – ha proseguito Angelucci – è quello di rendere anche questa parte del centro adeguata agli standard che questa amministrazione si è prefissata per quanto riguarda il centro storico. Questa proposta – ha sottolineato – arriva dopo il lavoro che è stato fatto su via del Tritone, quello che si dovrà fare a breve per la pedonalizzazione di parte di via del Corso da piazza del Popolo, la presentazione del nuovo Parco Archeologico del Colosseo e la delibera che è passata a tutti i dipartimenti e a breve arriverà in Aula per il rilancio di via Veneto”, ha aggiunto.

Alla bozza di delibera seguirà ora lo studio di fattibilità e la predisposizione dei protocolli insieme alla soprintendenza e al Municipio Roma I. L’obiettivo è quello di depositare il progetto da qui a un mese e successivamente presentarlo in Aula per l’approvazione. “E’ evidente che bisognerà capire con l’Agenzia Roma servizi per la Mobilità che tipo di lavoro si può fare per quanto riguarda la viabilità intorno a piazza di Spagna – ha aggiunto Angelucci -. E’ evidente, inoltre, che andrà comunque lasciato un corridoio di passaggio per i mezzi pubblici, di emergenza e i taxi. Bisognerà capire – ha concluso – se c’è la possibilità di avere degli stalli per gli scarichi su via dei Due Macelli e capire se c’è la possibilità di lasciare i taxi messi in una condizione più ordinata su quel lato di piazza di Spagna o prevedere uno spostamento di 50 metri”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna