Nuovo Stadio della Roma: 9 arresti eccellenti

Brutto stop ai lavori per la realizzazione del nuovo stadio. I soliti "furbetti" ci sono ricascati e presi con le mani nel sacco senza fondo della pubblica Amministrazione

Cominciano a cadere le teste sull’altare del Nuovo Stadio della Roma.

9 arresti eccellenti. Per ora sarebbero 6 persone in carcere e 3 ai domiciliari fra i quali comparirebbero imprenditori e politici. Pochi nomi e solo sussurrati ma certo impegnativi e alcuni tanto vicini al sindaco Raggi. Una tangentopoli così capitolina da far tremare il Campidoglio.

Si parla di Luca Lanzalone (presidente di Acea) e incaricato di seguire i lavori della nuova costruzione. Poi l’imprenditore Luca Parnasi, il vicepresidente del Consiglio Regionale Palozzi e anchel’ex assessore regionale all’Urbanistica Michele Civita del Pd.

Varianti su varianti, stop e ripartenze, piani fatti e disfatti, rendering e plastici alla fine “costano” e non solo in termini economici… L’accusa per tutti sarebbe di Associazione per delinquere contro la Pubblica Amministrazione. L’indagine condotta dalla procura di Roma ha scoperchiato il classico pentolone di serpi e vermi.

L’ultimo post della Raggi diceva “lo stadio di Tor di Valle si avvicina” facendo poi il punto sull’andamento dei lavori anche se le 31 osservazioni (??) sulla variante al Piano Regolatore meritavano attenzione e risposte senza perder tempo.

Insomma un’immagine positiva di lavori in rapido e favorevole progresso. Ad oggi la storia finisce qui: tradimento, corruzione e i soliti inciuci di cui pare non si possa fare a meno. Insomma un clamoroso AUTOGOL.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna