Pacetti(M5S): “Ieri sconfitta per la città, non per la maggioranza”

Il commento del capogruppo capitolino dopo che l'Aula ha bocciato l'esame anticipato sulla delibera delle partecipate. "Bloccate alla trattazione delibere che i cittadini aspettavano"

Giuliano Pacetti - capogruppo M5S in Campidoglio (foto da pagina Fb)

“Ieri ad essere sconfitta non è stata la maggioranza, ma Roma. Le opposizioni, irresponsabilmente, si sono compattate per votare contro l’ordine dei lavori dell’assemblea capitolina ovvero gli atti che erano previsti in votazione nel Consiglio Comunale. Quello che loro oggi sui giornali chiamano ‘vittoria’ o ‘spallata’ è in realtà l’ennesimo atto ostile contro i cittadini Romani”. Così in un post su Facebook il capogruppo capitolino M5s Giuliano Pacetti.

“Sono state infatti bloccate alla trattazione – prosegue – delibere che i cittadini aspettavano e di cui Roma ha urgentemente bisogno: dai debiti fuori bilancio che avrebbero permesso ai fornitori di recuperare somme di credito, ai piani di zona, al vincolo monumentale sul Parco delle Energie, alla trasformazione della sede da impropria a plateatica del mercato di San Silverio, dai bilanci 2013-2019 di Farmacap all’atto transattivo tra Bcc e Roma Capitale sui punti verdi qualità. Oltre al riordino e al rilancio delle aziende comunali”. Per Pacetti, è “un fronte compatto, quello delle opposizioni, unito solamente dalla voglia di segnare un punto a proprio favore anticipando l’inizio della campagna elettorale. Un atteggiamento irresponsabile e dannoso verso Roma e i Romani, che lascia la città senza queste importanti delibere rimandando tutto, probabilmente, a dopo il voto con la speranza, da parte loro, di rimettere piede in Campidoglio e modificare gli atti meno utili ai loro interessi”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna