Pnrr: i timori dei costruttori, “Roma attrattiva per investitori ma troppe incertezze”

Secondo il presidente di Ance Roma Acer, Antonio Ciucci, "serve uno scatto da parte dell'amministrazione Gualtieri", ma anche la Regione "deve fare la sua parte"

“Siamo in ritardo rispetto ai grandi obiettivi di sviluppo della città” fissati dall’impegno dei fondi del Pnrr. “Ora serve uno scatto da parte dell’amministrazione Gualtieri”. Lo ha detto il presidente di Ance Roma Acer, Antonio Ciucci, in una intervista al dorso locale del Corriere della sera.

“Roma – ha aggiunto Ciucci – in questo momento è innegabilmente attrattiva per gli investitori stranieri e molto più conveniente rispetto ad altre grandi capitali europee. C’è la fila dal mondo ma nessuno investirebbe i propri capitali qui senza sapere che cosa può fare e soprattutto in che tempi”.

Secondo il presidente dei costruttori anche la Regione – che ora si trova in amministrazione ordinaria in attesa di eleggere il nuovo presidente – deve fare la sua parte.”C’è un’altra rilevante questione – spiega Ciucci al Corriere – l’ultimo atto della giunta Zingaretti, collegato alla legge di bilancio, ha introdotto il trasferimento di poteri per le materie urbanistiche al Campidoglio. Però ha previsto, per la sua operatività, la necessità di una stipula si una convenzione tra Regione e Comune. Che cosa aspettiamo a farla?”

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna