Roma, da oggi cambiamenti importanti sulle ferrovie regionali (causa lavori)

I lavori a Termini fanno terminare molte corse a Tiburtina o a Ostiense. Perplessità sulle tempistiche

Non arrivano buone notizie per le migliaia di pendolari che ogni giorno utilizzano le ferrovie regionali del Lazio. O meglio, la buona notizia è che verranno effettuati importanti lavori di manutenzione, quella meno buona è che – questi lavori – comporteranno vari stravolgimenti e cambiamenti alle corse dei treni. I lavori inizieranno oggi e si protrarranno fino al 26 novembre 2022 e andranno a riguardare tante importanti linee locali: alcuni treni delle linee Roma-Castelli (FL4), Roma-Colleferro (FL6), Roma-Ladispoli (FL5), Roma-Latina-Minturno (FL7) e Roma-Nettuno (FL8), infatti, non arriveranno né partiranno da Roma Termini ma dalle stazioni di Tiburtina o Ostiense.

“I lavori saranno eseguiti da Rete Ferroviaria Italiana (RFI, Gruppo FS) e prevedono interventi di manutenzione straordinaria dell’infrastruttura ferroviaria sui binari del deposito “Parco Prenestino”, con sostituzione di 11 deviatoi d’ingresso alla stazione di Roma Termini – spiega il team di Odissea Quotidiana – sarà integralmente rinnovato anche il sistema di trazione elettrica: il costo dell’intervento ammonta a circa 3 milioni di euro”.

Ad esempio, il treno R 12579 delle 8,12 che da Ladispoli porta a Roma, terminerà la propria corsa a Ostiense saltando le fermate di Tuscolana e Termini.

Oppure il treno R 1268 che alle 17,06 porta da Roma a Latina: non partirà da Roma-Termini ma da Roma-Tiburtina.

La novità ha fatto discutere pendolari, esperti e addetti ai lavori. L’utente Steve68,per esempio, ha sottolineato l’importanza di effettuare lavori di manutenzione ma ha contestato il periodo scelto.

“Ben vengano i lavori, ma forse non è questo il periodo dell’anno più adatto per eseguirli. Secondo me sarebbe stato molto meglio farli nel periodo estivo, caratterizzato da una diminuzione consistente della domanda di mobilità pendolare, nonchè dalla chiusura delle scuole, come ad esempio si è usato fare nei recenti lavori eseguiti sulla ferrovia Avezzano-Roccasecca – spiega – verrebbe altresì da chiedersi come mai non sia possibile eseguirli lavorando in notturna e/o nei soli weekend”.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna