Roma: fonti M5S, nessun accordo Conte con Pd per ballottaggio

"Sostiene Raggi, non si candida a suppletive". Ma la smentita pone nuovi interrogativi

Giuseppe Conte

“La notizia secondo cui Giuseppe Conte avrebbe stretto un accordo con il Partito Democratico per sostenere al ballottaggio nelle comunali di Roma Roberto Gualtieri in cambio di un appoggio per le elezioni suppletive nel collegio uninominale Roma Centro e’ totalmente priva di fondamento”. Lo fanno sapere fonti vicine all’ex premier.

“Come ripetuto piu’ volte, Conte non intende candidarsi in alcun collegio. Come ha piu volte affermato ha deciso di dedicarsi a tempo pieno agli impegni per realizzare il rinnovamento, sul piano nazionale, del Movimento 5 Stelle. Inoltre, per le comunali di Roma, Conte si e’ sempre speso in prima persona e continuera’ a spendersi per la corsa di Virginia Raggi che rappresenta il miglior candidato per il futuro della Capitale. Il Movimento appoggia Virginia in maniera compatta e convinta, a tutti i livelli”.

Una smentita, questa di Conte, che comunque non risponde a tante domande, una tra tutte: Cosa farà l’ex premier se Virginia Raggi non  dovesse arrivare al ballottaggio?

Gli ultimi sondaggi, infatti, vedono la candidata grillina traballare il terzo posto, con il 17-21 per cento dei consensi. A insidiarla è Carlo Calenda che quasi in solitaria (è appoggiato da Azione, suo piccolo partito, e da Iv di Renzi) oscillerebbe fra il 15 e il 19 per cento. Davanti guidano Enrico Michetti per il centrodestra, forte di un 31-35 per cento e Roberto Gualtieri fieri esponente del Pd e candidato di buona parte del centrosinistra che sta fra il 23 e il 27 per cento.

Non ci resta che attendere.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna