Roma si legge: a Roma per ora tutto va avanti senza disservizi particolari – PODCAST

Predisposti controlli e divieti per la notte di Capodanno 

Ecco le principali notizie della giornata dalla rassegna stampa a cura di Marco Moretti che potete ascoltare anche in versione podcast (clicca qui).

Ieri a Roma le temperature massime – particolarmente calde –  hanno toccato i 17 gradi, è piuttosto l’atmosfera che si è molto raffreddata. Tutto è aperto, gli addobbi e gli alberi di Natale sono accesi, ma molta gente ha evitato di uscire per il timore dei contagi o per le quarantene. Temuti i cluster nei negozi. I disservizi sono ancora limitati e sotto controllo, ma sia l’Ama che l’Atac registrano defezioni, la Repubblica scrive: “A rischio la raccolta rifiuti, il bollettino di assenze è aumentato in varie zone, l’Ama rassicura che i lavoratori attualmente positivi sono meno dell’1 per cento ma non ci sono dati certi sui netturbini in quarantena”.  C’è un consigliere comunale di Fratelli d’Italia Federico Rocca che dice “aumentano a dismisura i contagi Covid ma le misure di sicurezza per gli autisti dei mezzi pubblici rimangono le stesse, senza che ci sia chiarezza su alcuni punti fondamentali”. Ma l’Atac ha deciso di reintrodurre le catenelle intorno all’abitacolo degli autisti sui bus come chiesto a lungo dal personale. Il trasporto aereo per ora è regolare, a Fiumicino non vengono segnalati grandi disservizi, semmai il problema è per i viaggiatori ed è rappresentato dalla documentazione da presentare per partire, tra green pass, passenger locator form e tampone quando serve, almeno tre passeggeri per ogni volo non riescono ad imbarcarsi. La previsione dell’assessore D’Amato è che i casi raddoppieranno e da stanotte verranno aperti gli hub vaccinali di notte, le prenotazioni sono aperte da ieri. Già con i dati attuali da lunedì 3 gennaio il Lazio andrà ufficialmente in zona gialla, si cerca di tenere i nervi saldi ma ieri il presidente della Regione Zingaretti ha scritto su Twitter “il governo faccia scelte semplici, con regole comprensibili e realmente attuabili”.

Nuovi poteri per la Capitale 

Secondo il Messaggero è in vista una “stretta di Capodanno: 2mila agenti sulle strade e alberghi nel mirino dove potrebbero esserci discoteche improvvisate. E Gualtieri ha firmato l’ordinanza che vieta i fuochi d’artificio sino al 6 gennaio”. Il Tempo titola addirittura “caccia aperta ai disco-ristoranti”.
Ancora dal Messaggero: “Nuovi poteri per la Capitale accordo Zingaretti-Gualtieri. Ieri vertice per il trasferimento dei primi poteri dalla Regione al Comune. Con una legge da approvare alla Pisana già a gennaio per iniziare a devolvere competenze su urbanistica, commercio e turismo. Un asse per accelerare la progettazione di opere da finanziare con il Pnrr”.

Roma e il consumo di suolo: un triste primato 

Leggiamo sul Corriere che Roma nel 2021 “è stata la città d’Italia più colpita da eventi estremi. Lo dice l’ultimo rapporto dell’osservatorio città clima di Legambiente, dal 2010 Roma ha visto 56 eventi di cui 32 classificati come allagamenti con esondazioni di fossi e canali che hanno arrecato gravi conseguenze sulla vita dei cittadini”. Legambiente mette in relazione il fenomeno al record di consumo del suolo che detiene la Capitale.

Approfondimento nei dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna