Sciopero, caos a Fiumicino: una cinquantina i voli cancellati

Passeggeri in attesa

photo credit: Aeroporto Fiumicino

Su un totale oggi di circa 450 movimenti aerei in partenza, risultano una cinquantina, al momento, i voli cancellati, quasi esclusivamente su rotte interne o europee, dall’operativo all’aeroporto di Fiumicino a causa della serie di agitazioni che interessano, dalle 14 alle 18, il trasporto aereo.

Oltre allo sciopero proclamato da alcune sigle sindacali dei controllori di volo, incrociano le braccia anche i lavoratori delle compagnie low cost, come i piloti ed assistenti di volo di Ryanair, Malta Air e della societa’ CrewLink, di Easy Jet Volotea, accanto all’agitazione, proclamata da Cub Trasporti ed Usb, nel comparto del trasporto aereo e dell’indotto. I voli cancellati sono stati o vengono riprogrammati. Al Leonardo da Vinci le cancellazioni interessano alcune compagnie aeree come Ita, in larga parte, Vueling, Wizz Air, Iberia. Una decina i voli anticipati o posticipati rispetto alla fascia oraria colpita dalle agitazioni. Le compagnie si sono attivate gia’ da alcuni giorni per informare preventivamente i passeggeri e predisporre un piano di riprotezione sui primi voli utili.

I disagi, tuttavia, nello scalo appaiono, al momento, limitati per effetto del preavviso dello sciopero e proprio per via delle informazioni preventive delle compagnie ai propri passeggeri. Aeroporti di Roma ha rafforzato il proprio personale per dare assistenza ed informazioni ai passeggeri, fornendo anche dei dolcetti ai bambini presenti con le famiglie in procinto di partire per le vacanze. Ita Airways, sull’intera rete, ha previsto la cancellazione complessiva di 122 voli a causa dell’agitazione proclamata dai controllori di volo ed ha attivato un “piano straordinario per limitare i disagi dei passeggeri”, riprenotando sui primi voli disponibili il maggior numero possibile di viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni: il 50% riuscira’ a volare gia’ oggi. L’altro 50% verra’ riprotetto nell’arco di domani e dopodomani.

Tra i viaggiatori dei circa 50 voli cancellati, rimasti sorpresi e penalizzati dallo sciopero dei controllori di volo, un gruppo di spagnoli: “Eravamo in crociera nel Mediterraneo e stamattina eravamo pronti a partire ma il volo per Madrid e’ stato cancellato – spiegano – non sapevamo purtroppo dello sciopero dei controllori ed e’ stata una brutta sorpresa. Ora pernotteremo a Roma e siamo stati gia’ riprogrammati da Iberia su un volo di domani”. Inizio di vacanza slittato per una coppia di giovani infermieri romani: “Non ci voleva, dopo tanta attesa per iniziare finalmente le meritate ferie – raccontano – il volo per Lampedusa e’ stato cancellato ed ora dobbiamo attendere il prossimo volo”. Stessa sorte per due giovani diretti a Dubrovnik con un volo, soppresso, della Vueling: “Eravamo a conoscenza dello sciopero ma pensavamo che il volo non incappasse nell’agitazione. Ora ci stiamo informando per capire quando poter partire ed iniziare cosi’ le vacanze ”

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna