Stazione Salario, un possibile nodo di scambio con la Metro D di Roma

L’idea di Movete Roma: un importante nodo di scambio tra la rete della metropolitana, le ferrovie regionali, i bus extraurbani provenienti da nord e le linee urbane del quadrante

Una stazione ferroviaria posta sulla linea Orte-Fiumicino in grado di agganciarsi anche con la futura Metro D di Roma. È una delle tante suggestioni per il futuro della mobilità capitolina messa nero su bianco da Movete Roma, il progetto dei blogger di Odissea Quotidiana nato per proporre idee e progetti da sottoporre alle amministrazioni capitoline.

Siamo su Via Salaria a ridosso dell’Aeroporto dell’Urbe e di Val Melaina, poco oltre Prati Fiscali. Qui, secondo il progetto, potrebbe nascere la Stazione Salario, la cui utilità è bel spiegata da Movete Roma.

“La realizzazione della nuova fermata è inserita nel Progetto Preliminare della Metro D e risponde agli obiettivi assegnati alla linea dal Piano Regolatore Generale: raccolta e distribuzione degli spostamenti provenienti dall’area a nord della città e dei flussi della via Salaria, privi di sistemi ad alta capacità di trasporto in grado di soddisfare adeguatamente la domanda – spiegano – la stazione Salario si configura pertanto come un importante nodo di scambio tra la rete della metropolitana, le ferrovie regionali, i bus extraurbani provenienti da nord e le linee urbane del quadrante. Come da progetto, l’area sarà dotata di un ampio parcheggio di scambio, da realizzare con strutture modulari multipiano: sarà necessario trovare degli spazi dove poter posizionare un parcheggio per biciclette””

Come sarà configurata la nuova stazione?

“La stazione avrà quattro binari che consentiranno ai treni dei servizi FL2 che dal 2021 prolungheranno il servizio fino alla stazione Val d’Ala di poter scambiare anche con la Metro D. Il Progetto Preliminare prevede un collegamento pedonale sotterraneo tra la stazione della Metro D e le banchine dei servizi ferroviari regionali – concludono – nel complesso, Salario avrà due piazzali di accesso, rispettivamente ad ovest e ad est del fascio ferroviario esistente di Roma Smistamento. Assieme alla realizzazione dei manufatti di stazione, sarà altresì necessaria la realizzazione delle rampe carrabili per l’accesso al nodo di scambio da via Salaria e della viabilità di accesso sul lato est della stazione”.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna