torna su
15/04/2021
15/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Sky, sciopero dei giornalisti. Si alza lo scontro

Anche i tecnici incrociano le braccia. Nuovo appello a governo e Raggi. Giovedì Zappia atteso in Regione

Gianluca Zapponini
di Gianluca Zapponini | 2017-01-24 24/01/2017 ore 15:50

La sede di Sky

I giornalisti e gli operatori di Sky rispondono alla decisione della media company di portare uffici e redazione a Milano, tagliando 120 posti di lavoro. Questa mattina l’assemblea dei giornalisti di Skytg24 ha votato all’unanimità uno sciopero di 24 ore contro il piano di licenziamenti e trasferimenti comunicato dall’azienda.

Il piano aziendale, denuncia l’assemblea dei giornalisti, “comporterebbe lo sradicamento del nostro telegiornale che dalla prima edizione nel 2003 va in onda da Roma e che, nella capitale, ha costruito la sua credibilità dimostrando di essere un protagonista del panorama informativo italiano”. E, ancora una volta è arrivato un accorato appello alle istituzioni, sindaco di Roma Virginia Raggi in primis, da parte dei sindacati e anche da parte del mondo della politica.

Se per la Lega Nord “il silenzio della Raggi è vergognoso”, per Maurizio Gasparri, di Forza Italia “l’unico che andrebbe licenziato è l’amministratore delegato Andrea Zappia“. Lorenzo Cesa, dell’Udc ha invece chiesto l’immediato intervento del governo, per mezzo del ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, che ha già annunciato l’intenzione di voler aprire un tavolo.

In campo anche la stampa romana, per il quale le istituzioni romane devono battere un colpo. “Roma vuole perdere pezzi dell’unico settore dell’editoria economicamente sano? La grande capitale dell’ict e dell’informazione vuole un futuro di bassi costi per bassi salari per basso valore aggiunto? Roma pensa a un futuro di industria ad alta densità tecnologica (e social) o di servizi a bassa intensità produttiva? Appoggiare nella loro vertenza i giornalisti e tutti i lavoratori di Sky non solo è un segnale fondamentale per la salvezza della sede di via Salaria ma per il futuro di tutto il settore produttivo televisivo localizzato nella Capitale”.

Il tutto mentre per questo giovedì il management di Sky è atteso in Regione Lazio per riferire sul piano di esuberi.

Stampa

A proposito dell'autore

Giornalista professionista, mi occupo dei principali temi economico-finanziari. Comincio nel 2010 a MF-Milano Finanza per poi passare nel 2014 all'agenzia di stampa finanziaria MF-DowJones. Nel 2015 sono a Formiche.net dove mi occupo di banche e politica economica mentre nel 2016 approdo a Radiocolonna.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014