Allarme Tevere, Campidoglio: serve task force

per mettere in sicurezza dal rischio idrogeologico il Tevere e l’Aniene e tutelare 250.000 cittadini dell'area metropolitana di Roma

“È necessario dare vita con la massima urgenza a un task force inter-istituzionale per mettere in sicurezza il Tevere e l’Aniene e tutelare 250.000 cittadini dell’area metropolitana di Roma”.
Così in una nota il Campidoglio dopo l’allarme lanciato dall’Autoritá di Bacino preoccupata per gli oltre 250.000 cittadini dell’area metropolitana di Roma a stato di rischio idraulico anche di fronte a piogge, temporali e precipitazioni “non estreme”, a causa dell’assenza o carenza di manutenzione per circa 700 km di fossi e canali, delle rive del Tevere e dell’Aniene.

“L’intervento dell’Autorità di bacino distrettuale dell’appennino centrale – Autorità di bacino del Tevere pone in evidenza le catastrofiche conseguenze dello sfruttamento indiscriminato del territorio (cementificazione selvaggia, abusivismo edilizio e consumo del suolo) e di quello che l’Autorità ha definito “la carenza e assenza, che continua ormai da diversi anni, di manutenzione” per circa 700 km di fossi e canali.

In particolare, relativamente ai corsi fluviali, può assurgere a modello l’Ufficio di Scopo per il Tevere istituito lo scorso marzo da Roma Capitale: gli obiettivi dell’Ufficio Tevere sono la manutenzione, lo sviluppo e la tutela delle acque e delle sponde del fiume. Alla struttura capitolina hanno aderito 10 enti istituzionali, tra i quali la Regione Lazio, e 15 strutture della stessa Amministrazione”.

Clicca qui per leggere la lettera che Erasmo D’Angelis, segretario generale dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino centrale, ha inviato alla sindaca di Roma e della Città metropolitana, Virginia Raggi, per sottolineare la necessità dell’aggiornamento del Piano di Protezione civile con l’inserimento delle nuove aree a rischio idrogeologico perimetrate dall’Autorità.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna