Il G20 a Roma e le fermate che segnalavano bus che non sarebbero mai arrivati

Nel giorno delle chiusure stradali, ci sono stati problemi di comunicazione all’utenza a causa di paline non aggiornate

Immaginate di trovarvi nei pressi di una fermata di Roma e di vedere il proprio bus segnalato sui cartelli elettronici. La prima sensazione è quella di sentirsi fortunati per essere capitati su una delle non tante fermate della Capitale dotate di palina; la seconda è di sollievo perché – spiega il monitor – il mezzo che dobbiamo prendere è in procinto di arrivare. Immaginate poi di essere uno dei tanti turisti che hanno ripreso ad affollare la città: in questo caso la fiducia riposta è ancora più profonda, anche perché spesso chi viene da fuori potrebbe non avere le app dedicate al tpl romano e quindi non trovare il riscontro delle indicazioni della palina. Spoiler: due giorni fa le palline hanno dato indicazioni inesatte che hanno disorientato l’utenza e che hanno fatto perdere tempo prezioso a studenti, pendolari, lavoratori e turisti.

Ma andiamo con ordine. Domenica 31 ottobre, per via del summit del G20, molte strade della Capitale sono rimaste chiuse, con conseguente modifica della viabilità e del percorso di diversi autobus. Tuttavia, nelle zone interessate alcune paline hanno continuato a funzionare come se nulla fosse, come denunciato dal giornalista Marco Gisotti su Twitter:

Con il risultato che tanti bus annunciati non sarebbero mai giunti a destinazione.

Pronta la replica di Infoatac, che ha ammesso il problema e ha sollecitato l’Agenzia della Mobilità a spegnerli:

Molti utenti si sono domandati come mai non siano stati segnalati sulle fermate i cambiamenti in atto, lasciando a piedi tanti utenti ignari delle modifiche in corso.

Altri, in controtendenza, hanno invitato viceversa a lamentarsi di meno e ad informarsi con maggiore attenzione sulle dinamiche che avrebbero condizionato la viabilità cittadina in un giorno così delicato:

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna