La ciclabile di San Giovanni e i veleni tra i grillini in Campidoglio

Dopo il dietrofront della sindaca, la ciclabile di Largo Brindisi mette a nudo le frizioni tra (ex) colleghi pentastellati. Il caso Stefàno – Diario

Continua a far discutere la ciclabile in via di completamento a Largo Brindisi, nel cuore di San Giovanni e in corrispondenza della fermata della Metro C. Ma stavolta il dibattito non investe residenti indignati o attivisti delle due ruote intransigenti, ma due figure di spicco del M5S romano, in origine vicinissimi alla sindaca di Roma Virginia Raggi. Uno dei due vicino alla Raggi è rimasto ed è il presidente della commissione sport di Roma Capitale Angelo Diario. Qualche giorno fa, il consigliere grillino ha parlato con toni entusiastici della realizzazione della ciclabile a due passi da Porta San Giovanni. Cosa ci sarebbe di strano? Nulla, se non fosse che la sindaca – tempo fa – ha abiurato l’opera dopo essersi confrontata con i residenti, contrari alla nuova viabilità del quartiere che avrebbe – dicono – aggravato ulteriormente la situazione del traffico locale. A notare la contraddizione tra la linea della sindaca e quella del consigliere è stato Enrico Stefàno, ormai ex compagno di lotte politiche di Virginia Raggi sebbene sia stato tra i punti di riferimento della maggioranza pentastellata sui temi della mobilità. L’attuale presidente della commissione trasporti, in rotta da mesi con la linea politica intrapresa dall’amministrazione Raggi, ha scritto un commento/lettera proprio ad Angelo Diario, chiedendo conto della posizione oscillante – per non dire contraddittoria – tra la sindaca e alcuni suoi consiglieri.

“Caro Angelo Diario pensa che la Sindaca che osanni dalla mattina alla sera ha fatto fuoco e fiamme (per fortuna senza riuscirci) per eliminare la ciclabile che oggi pubblicizzi, dando seguito alle solite proteste (letteralmente) di condominio, tra l’altro mettendo sulla graticola il sottoscritto, il lavoro della Commissione di anni e bravi tecnici che si sono dedicati a questo progetto – scrive Stefàno – Questo è il vostro livello purtroppo, puerile propaganda senza logica e continuità, rinnegando quanto detto qualche settimana prima, pubblicizzando interventi a caso dei quali neanche si conosce la storia. Questa è la vostra coerenza. Attendo con ansia una tua risposta, un abbraccio”.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna