Mobilità: Stop Euro 4, si parte dai diesel a novembre con incentivo da 1000 euro 

Restrizioni dal lunedì al venerdì. La bozza di delibera della Regione. In forse l'estensione ai mezzi a benzina. Bonus a chi cambia auto a partire da febbraio

La Regione è pronta a varare lo stop auto Euro 4 nella Fascia verde. Scatterà da novembre 2022, nella versione light del provvedimento riguarderà solo i veicoli a diesel (anche se è ancora in ballo l’ipotesi di estendere le limitazioni a quelli a benzina), e già da febbraio dovrebbero arrivare gli incentivi fino a mille euro per cambiare macchina. Lo scrive ‘Il Messaggero’ riportando parte della bozza della delibera della Regione.

I tempi: il nuovo piano della qualità dell’aria sarà approvato dalla giunta Zingaretti entro Capodanno, in settimana sarà firmato da Roberta Lombardi, la grillina a capo dell’assessorato alla Transizione ecologica. Poi il testo approderà in Consiglio regionale e a quel punto le restrizioni saranno operative «dopo 60 giorni dalla data di pubblicazione» del provvedimento. Dato che le limitazioni per i veicoli considerati inquinanti, come si legge nella bozza del piano, scatteranno “dal 1° novembre al 31 marzo di ogni anno”, il blocco dovrebbe debuttare a novembre del 2022, ipotizzando il voto finale alla Pisana per fine gennaio e i due mesi di intervallo per l’entrata in vigore effettiva.

La Pisana è costretta ad applicare le direttive dell’Unione europea, che ha già condannato il nostro Paese per le polveri Pm10 ed è pronta a sfornare un’altra sentenza di bocciatura per il biossido di azoto. II Campidoglio è in allarme, a giorni scriverà alla Lombardi per chiedere una proroga, ma come ha spiegato l’assessora a questo giornale, “i vincoli Ue sono stringenti, mesi fa abbiamo chiesto al Ministero di chiedere a Bruxelles un rinvio, ma dall’Unione non abbiamo ricevuto risposte”. Quindi in giunta “il testo andrà così”.

L’ultima trattativa si consumerà nell’aula della Pisana. Delle “limitazioni al traffico veicolare” si parla all’articolo 15 della bozza del piano. Il blocco è previsto “dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:30 alle ore 18:30, salve le eccezioni indispensabili, per le autovetture ed i veicoli commerciali di categoria N1, N2 ed N3 ad alimentazione Diesel, di categoria inferiore o uguale ad “Euro4”. La limitazione è estesa alla categoria “Euro 5″ entro il 1° novembre 2024”.

Nelle riunioni con i tecnici dei dipartimenti Mobilità e Ambiente del Comune si è parlato anche dei veicoli Euro 4 a benzina. In quel caso, la misura interesserebbe il 53% dei mezzi immatricolati a Roma. Per ora nella bozza del provvedimento le Euro 4 a benzina non sono menzionate, ma è un testo che è già stato ritoccato mille volte, dato che rimpalla da un ufficio all’altro della Regione dal 2018, In ogni caso, la misura sarà accompagnata da un pacchetto di bonus per chi cambia auto. La delibera prevede un “incentivo medio a fondo perduto pari a 1.000 euro” per chi comprerà “auto di categoria maggiore o uguale a Euro 6”. In totale, la Pisana metterà sul piatto 45 milioni di euro.

Intanto il Campidoglio ha annunciato le date delle domeniche ecologiche: si parte il 2 gennaio 2022, per proseguire poi il 30 gennaio, il 20 febbraio e il 13 marzo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna