Regione Lazio: arrivano 2 milioni per ripulire il Tevere

I lavori di manutenzione straordinaria riguarderanno il tratto urbano tra Castel Giubileo e Ponte Marconi

La Regione Lazio stanzia due milioni di euro per effettuare lavori di manutenzione straordinaria dell’alveo, delle banchine e degli argini del fiume Tevere, nel tratto urbano tra Castel Giubileo e Ponte Marconi.

“Continua il nostro impegno per il decoro e la valorizzazione del Tevere – ha dichiarato l’assessore a Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, Mauro Alessandri che ha effettuato questa mattina un sopralluogo sul posto – la manutenzione dei tratti urbani è fondamentale per mettere a disposizione dei romani banchine pulite e accessibili, oltre che per la messa in sicurezza di tratti del fiume che, con la stagione delle piogge, potrebbero essere a rischio ambientale. Come Regione stiamo dando massima attenzione al fiume grazie a diversi interventi che non riguardano solamente il decoro, ma anche la rimozione di alcuni relitti abbandonati ai lati delle banchine, cause di potenziali situazioni pericolose, come nel caso della motonave Tiber II, per la quale abbiamo avviato la rimozione poche settimane fa”.

“Il nostro è un impegno che stiamo portando avanti in questi anni con grande determinazione e con questo ulteriore stanziamento facciamo un altro importante passo in avanti. Il Tevere rappresenta uno dei simboli della città di Roma, le sue sponde sono frequentate da turisti e cittadini nel corso di tutto l’anno. Questi lavori ci consentiranno di metterlo in sicurezza, laddove è maggiormente a rischio, e di dargli anche una luce nuova, perché diventi non solo un biglietto da visita degno della Capitale di un Paese, ma anche luogo di socialità, incontro, sport, divertimento e cultura”, aggiunge l’assessore a Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, Mauro Alessandri. Per il tratto del Tevere compreso tra Castel Giubileo e Ponte Marconi, gli interventi della Regione Lazio riguarderanno: Sfalcio e decespugliamento delle erbe e arbusti presenti sugli argini, sulle sponde e sul letto del fiume, la rimozione e lo smaltimento di rifiuti solidi e altro materiale proveniente da scarichi abusivi, lavaggio delle banchine e abbattimento di strutture eventualmente presenti nell’area di intervento.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna