Attacco hacker ai server della Regione Lazio, difficile far ripartire i sistemi in sicurezza

Per farlo, servirà mettere in piedi un sistema parallelo. È quanto riferiscono dagli ambienti investigativi, secondo cui il violento attacco ai sistemi informatici regionali è partito dall'estero

 

Sarà molto difficile consentire ai sistemi informatici della Regione Lazio di riprendere a funzionare dopo l’attacco hacker che ha preso di mira il Ced. È quanto si apprende da ambienti investigativi secondo i quali allo stato l’unica soluzione per far ripartire i servizi in sicurezza è quella di mettere in piedi un sistema parallelo.

Intanto, secondo gli accertamenti che la polizia postale sta svolgendo in coordinamento con la procura di Roma, arriva dall’estero il violento attacco hacker che è in corso da almeno 24 ore e ha preso di mira il Ced della Regione Lazio, che ha disattivato anche quelli del portale Salute Lazio e della rete vaccinale. Al momento non è stata ancora circoscritta l’area geografica da cui sono partiti i malware che hanno infettato i server regionali.

 

 

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna