Ama, bandi milionari per la differenziata (che cala)

La raccolta è ferma al 44% ma la municipalizzata lancia una gara da 1,3 milioni per i kit

La sede di Ama

Se l’argomento sono i rifiuti, a Roma e soprattutto in Ama, i conti non tornano. Il motivo è presto spiegato. La raccolta differenziata a Roma è ferma al 42-44% da tempo, senza dare segni di sensibile progresso. Addirittura, pochi giorni fa l’ex presidente di Ama e oggi portavoce del movimento ecologista Ecoitaliasolidal Piergiorgio Benvenuti, ha spiegato come “dopo il rogo al Tmb di Rocca Cencia vi è da evidenziare che per la prima volta da un decennio nella Capitale la raccolta differenziata invece di incrementare diminuisce, sembrerebbe che si attesta al 43,9%, un 0,4% in meno rispetto al 44,3% con cui si era chiuso il 2017 e la produzione dei rifiuti invece di diminuire è aumentata”.

Insomma, la differenziata diminuisce. E allora come si spiegano i bandi di Ama per la distribuzione di kit informativi sulla differenziata. L’ultimo in ordine di tempo, “procedura Aperta per la conclusione di un accordo quadro per l’affidamento del servizio di consegna domiciliare di materiali e kit informativi alle utenze interessate dal nuovo modello di raccolta differenziata nei municipi di Roma Capitale e contestuale ritiro di contenitori precedentemente consegnati suddiviso in 4 (quattro) lotti”, valore 1,3 milioni. Insomma, alla differenziata che cala il Campidoglio risponde con bandi milionari.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna